Tempo di lettura: 2 minuti
salvini-620x350
Ernesto Salvini

Sul sito Frosinone.com c’è stata la diretta testuale della conferenza stampa del Direttore Generale del Frosinone, Ernesto Salvini, che alle ore 17:40 in punto ha iniziato a raccontare la sua verità dopo il clamore suscitato dalle sue dichiarazioni del 4 febbraio scorso quando asserì di essere a conoscenza di un oscuro segreto che avrebbe cambiato le sorti del campionato in corso.

Il D.G. inizia a leggere a leggere degli appunti: “Il calcio è uno strano mondo. Non sono io l’inadeguato nel calcio ma altri. Il mio nome figura negli archivi della Figc dal 1986. Agli attacchi che ho subito in questi mesi non valeva la pena rispondere prima e non vale la pena rispondere adesso. In tre anni ho cambiato ruolo fino a diventare Direttore Generale, non ho mai fatto una polemica con gli arbitri – Poi ha continuato specificando il segreto Ho dovuto spiegare il mio segreto alla Procura Federale. Già questo mi ha dato un fastidio enorme perché riguardava la mia sfera personale. Nutrivo un’ammirazione unica per un uomo, un allenatore, Roberto Clagluna. Con lui avevo un grandissimo rapporto. Alzo gli occhi al cielo e il dialogo che avevo prima, con lui da vivo, permane tutt’ora”.

Claguna
Roberto Clagluna, scomparso nel luglio 2003

Subito dopo fa vedere un video di Clagluna e dice di trovare tante coincidenze con l’operato di Stellone al Frosinone. Poi continua: “Questo è il messaggio che voglio mandare a tutti; noi abbiamo il diritto di provare a credere di voler vincere questo campionato. Noi rappresentiamo qualcosa di giusto, innovativo e moralmente irreprensibile. Vado fiero di ciò che stiamo ottenendo e di come l’abbiamo ottenuto; non abbiamo il timore di uscire di scena a seconda degli eventi. Questo è il Frosinone calcio, cari amici e nemici, come direbbe il maestro Clagluna: ‘Chi ci vuole bene ci segua, chi ci vuole male non ci segua’. Sull’indagine in corso spiega – Sono stato ascoltato dalla Procura Federale il mese dopo la mia conferenza. Nel giro dei successivi trenta giorni ho ricevuto l’archiviazione perché era palesemente infondata. Ho sofferto nel doverlo comunicare all’ufficio indagini perché riguardava la mia sfera personale. È in corso l’indagine da parte della Procura Federale per le dichiarazioni di Diniz; noi siamo come al solito molto sereni. Ho accompagnato io stesso il nostro calciatore Ciofani ma non posso riferire cosa abbiamo detto all’Ufficio Indagini. Sostanzialmente però posso dirvi che Daniel ha detto di non ricordare cosa avesse detto. Questa è un’altra putt…ta che finirà nel dimenticatoio. È stato ascoltato circa due mesi fa e penso che seguirà archiviazione anche se non conosciamo i tempi”.

Termina la conferenza con un pensiero sul campionato: “Ci stiamo giocando qualcosa che per noi è importante, anche perché ce la stiamo giocando in modo diverso rispetto alle altre”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.