Tempo di lettura: 6 minuti

berretti 4CALIMERA (di Gabriele De Pandis) – I Pasculli-Boys vincono ancora, il fatto di per sé era auspicabile, ma il verdetto che emerge dal 2-1 odierno rifilato alla Paganese è che il gruppo a disposizione del tecnico argentino è solido e pieno di valori anche al di là dell’undici titolare. La vittoria odierna, firmata da una doppietta di Matteo Luca, bomber di scorta della “Berretti” salentina chiude in modo perfetto le partite casalinghe del “Colaci” della stagione regolare e dà ancor più linfa in attesa delle tanto agognate fasi finali.

Primo tempo- Dopo due minuti il Lecce cerca di mettere in chiaro le gerarchie e, con un’azione ben orchestrata da Monaco e Luca, chiama Novelli al primo facile intervento. Un minuto dopo è la volta di Gaetani che, schierato dal 1′ in avanti assieme alla punta di Presicce, cerca di impressionare i presenti: palla conquistata a metà campo, “sombrero” su un avversario, scatto fulminante sul lato destro dell’area e tiro a giro che però finisce di poco largo alla sinistra del palo. La difesa della squadra azzurrostellata, spesso schierata con i cinque uomini fissi dietro, rende difficili le manovre leccesi, spesso fatte di passaggi orizzontali all’altezza della trequarti alla ricerca dell’imbucata giusta.

Una disattenzione della retroguardia campana al 9′, avviata da un rimpallo vinto da Luca su Grassadonia, permette la seconda occasione a Gaetani, ma il tiro ad incrociare del ragazzo di Martano è fuori di poco. Il vantaggio del Lecce è però rimandato di soli due minuti: azione velocissima sulla fascia destra di Versienti che, su suggerimento di Chirizzi, semina tutti gli avversari, mette al centro per Luca che prima fallisce il tiro e poi, avventandosi sulla respinta di Mollo, ribatte il pallone in rete da pochi metri per l’1-0 giallorosso.

Un tiro da lontano di Rotunno al 14′ cerca di mantenere su ritmi alti una partita che poi però s’immette sui binari del tatticismo, con la Paganese che si sbilancia piano ed il Lecce che fatica a trovare il pertugio tra le maglie della difesa azzurrostellata, puntando maggiormente sulle ripartenze. Moriero al 20′ tira alto da buona posizione e tre minuti dopo il tiro da fuori di De Luca che viene abbrancato da Petrarca è la prima conclusione a rete dei campani: la partita vive di fiammate, in pieno stile dei match di fine stagione. Il chiudersi a riccio della difesa della Paganese induce i Pasculli-Boys alla ricerca della conclusione da fuori, tentata da Rotunno al 28′ ma sventata in qualche modo da Novelli. L’estremo difensore campano è bravo ed attento, un minuto dopo, anche su Moriero pronto al tiro a botta sicura. È ancora l’esterno giallorosso, figlio di mister Francesco Moriero, il più attivo della prima mezz’ora di gioco: prima un tiro dal cuore dell’area ribattuto e poi una difficile rovesciata impattata bene, ma debole per impensierire Novelli, strappano gli applausi del “Colaci” di Calimera.

Leandro Versienti, motore sempre rombante sulla fascia destra, bagna il suo rientro con delle grandi azioni, importanti per il secondo gol di giornata: spinta del terzino novolese, cross perfetto di capitan Gianmarco Monaco per Matteo Luca che svetta più in alto di D’Auria e insacca per la sua prima doppietta stagionale. Il 2-0 affievolisce la già debole reazione azzurrostellata che consta soltanto in una conclusione da 35 metri senza pretese di Cepaldo che finisce lontanissima dalla porta di Niccolò Petrarca.

Secondo tempo- La ripresa comincia con lo scatto d’orgoglio paganese: al 2′ una punizione di Sellitti, direttore d’orchestra dell’undici di Padovano, fa la barba al palo destro della porta giallorossa. Pedro Pablo Pasculli al 5′ decide di giocarsi tutti e tre i cambi, stravolgendo la formazione: a Luca, Versienti e Rotunno subentrano Parlati, Sindaco e Persano. L’ariete di San Donato, appena entrato in campo, sfiora subito il gol al 52′: colpo di testa perentorio su corner destinato all’incrocio dei pali e grande tuffo di Novelli che nega a Persano la rete. L’occasione capitata al bomber giallorosso non spegne le ritrovate velleità azzurrostellate, infatti, i ragazzi di Padovano si riversano più spesso nella metà campo giallorossa tentando di mettere pressione alla retroguardia presidiata dalla coppia Risolo-Castellana e dall’infinito dinamismo degli esterni Chirizzi, sempre più in palla, e Fersini, una sicurezza ormai.

berretti 1Al 58′ una palla persa da capitan Monaco avvia una fiammata azzurrostellata, ma l’azione solitaria di Ciccarelli si conclude con un destro a lato. Gli attacchi campani espongono il fianco alle ripartenze dei Pasculli-Boys: Gaetani al 59′ confeziona un’altra azione personale con un coast-to-coast che però all’atto della conclusione trova l’opposizione del portiere della Paganese, che si esalta anche al 65′ su una sassata dal limite di Persano scaturita da un errore di Blandi in fase di disimpegno. Il troppo relax in casa Lecce, causato anche dalla fin troppo tambureggiante presenza dei Pasculli-Boys in fase d’attacco, porta all’inaspettato 2-1 azzurrostellato, maturato al 67′: Cepaldo è caparbio nel tenere vivo un pallone sulla linea di fondo, cross al centro per De Luca che, tirando male, serve involontariamente Ciccarelli che non può sbagliare il tap-in davanti a Petrarca. Il portiere di Zollino, all’esordio casalingo, è poi bravo a neutralizzare in due tempi una sortita offensiva di De Luca.

berretti 2Il gol infonde fiducia ai ragazzi di Padovano, intenti a pungere con Amoroso da calcio piazzato, e la partita sale di ritmo e di nervosismo, seppur il Lecce non riesca più a imbastire manovre degne di nota. All’81’ Mattia Persano cerca di cambiare la rotta al match, ma al bel tiro di controtempo dell’ariete giallorosso risponde un’altra bella parata di Novelli, tra i migliori dei suoi nonostante il passivo. Il Lecce ritorna a farsi vedere in attacco in conclusione di match, ma Gaetani spesso ritarda l’ultimo passaggio permettendo il recupero alla retroguardia azzurrostellata. Al 43′ la Paganese con Blandi da lontano ha una buona occasione per pareggiare, ma Petrarca tiene a sé la sfera in qualche modo.

I cinque minuti sono teatro dello show della grinta di Mattia Persano che conquista un pallone difficile, si presenta in area, ma trova ancora l’opposizione di Novelli che neutralizza il suo piatto in uscita bassa; nella continuazione dell’azione è poi fuori misura il suggerimento, sempre di Persano, per Parlati che non riesce a correggere in rete nella porta sguarnita. La Paganese non produce alcun forcing ed il Lecce conclude con l’ennesima vittoria casalinga la regular season.

Il tabellino: Lecce-Paganese 2-1

Lecce (4-2-3-1): Petrarca; Versienti (50’Parlati), Castellana, Risolo, Fersini; Chirizzi, Monaco, Rotunno, Moriero; Luca (50’Persano), Gaetani. A disposizione: Spinelli, Cassano, Morello, Cicerello. All. Pasculli

Paganese (5-3-2): Novelli; Mollo (50’Schiavone), C.D’Auria, Grassadonia, Blandi, Cerqua; Cepaldo (70′ N. D’Auria) , Sellitti, Ruggiero (56′ Amoroso); De Luca, Ciccarelli. A disposizione: R. Brillante, S. Brillante, De Pascale, Giordano. All. Padovano.

Reti: Luca (L) 11′, 37′ Ciccarelli (P) 67′

Ammoniti Versienti (L), Rotunno (L), Parlati (L), Gaetani (L), Blandi (P).

Commenti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.