Tempo di lettura: 3 minuti

Berretti squadra festanteCAMPAGNA (Sa) (di Gabriele De Pandis) – La pancia piena dettata dall’ormai guadagnato accesso alle fasi finali del campionato “Berretti” non ferma il cammino magnifico dei Pasculli-boys, anche oggi trionfanti sull’ostico campo della Salernitana, compagine terza in classifica e indubbiamente tra le più in palla del Girone E. La vittoria in terra campana è stata frutto di una sostanza fuori dal comune: i giallorossi, bloccati sullo 0-0 al 45’ dopo uno scialbo primo tempo, hanno dimostrato una voglia e una maturità fuori dal comune che ha permesso il salto a piè pari dell’ostacolo granata con un 3-2 decisosi tutto nella ripresa.

La prima frazione di gioco è stata guidata dalla pochezza tecnica e da una massiccia dose di gioco duro: la “Berretti” salernitana ha impostato una partita aspra e maschia, quasi ad intimorire i Pasculli-boys dotati di un tasso tecnico maggiore. La strategia dei granata ha sortito gli effetti sperati soltanto in termini difensivi perché, in effetti, il Lecce non si è presentato in zona-gol a causa dei continui interventi duri dei calciatori salernitani. Lo 0-0 al 45’, giunto senza alcun pericolo per i due portieri, è stata l’ovvia conseguenza al leitmotiv (poco) tattico visto in campo dalle due formazioni nel primo tempo.

Risolo 3Pedro Pablo Pasculli, allenatore e guida di questo gruppo, sarà stato bravo nello strigliare i suoi ragazzi, toccando le giuste corde e spronandoli: il Lecce visto nella seconda ripresa è stato infatti un lontano parente di quello dei primi 45’ di gioco. Tanta fluidità nelle azioni offensive e tanta sicurezza nei propri mezzi hanno caratterizzato il secondo tempo dei baby giallorossi, passati in vantaggio dopo 4’ con un’azione manovrata da urlo, partita e conclusa dai piedi di Andrea Risolo: avvio del difensore di Mesagne, azione travolgente di Parlati e Persano con gol della “roccia” difensiva, caparbia nel seguire attentamente gli sviluppi del capovolgimento di fronte.Gaetani 5

Il vantaggio giallorosso ha rischiato di mettere sin da subito la partita in discesa, ma il raddoppio istantaneo è stato soltanto sfiorato dall’ariete Mattia Persano, attaccante totale dotato di un esponenziale spirito di sacrificio. Il sacrosanto detto “gol fallito, gol subito” è stato applicato anche nella partita di oggi: al quarto d’ora di gioco, un errore in fase di marcatura ha aperto le porte al pari salernitano. L’1-1 non ha sciolto i Pasculli-boys, bravi e abili nel continuare a condurre la partita con grande maestria e sicurezza nei propri mezzi.

Mattia Persano 3Due ulteriori occasioni di Parlati e Persano hanno fatto tremare la porta campana, ma la vera e propria svolta del match è stata impressa dalla sostituzione che ha fatto entrare in campo Davide Gaetani per Marco Fersini. “L’apriscatole” giallorosso ha firmato subito il 2-1 giallorosso, concludendo con la massima freddezza un’altra bella azione manovrata da Mattia Persano. Il gol dell’attaccante di Martano ha spento la reazione salernitana e, prontamente, è arrivato anche il tris salentino, realizzato da Mattia Persano: azione ubriacante in area di Samuele Parlati e trasformazione di giustezza dell’ariete giallorosso.

Sul finire del match la Salernitana ha raggiunto poi il 2-3 beneficiando di un errore di valutazione del numero 1 giallorosso Gianmarco Chironi. Il “gollonzo” salernitano non toglie comunque la gioia dell’ennesima vittoria alla banda di Pedro Pablo Pasculli, orchestra che si prepara a suonare sui prestigiosi palcoscenici delle fasi finali.

Commenti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.