Tempo di lettura: 3 minuti

Miccoli esulta come RonaldoLECCE (di C. Tommasi e G. De Pandis) – Tre battaglie in mezzo al mare in tempesta. Tre appuntamenti da non fallire per non avere nessun rimpianto in un finale di stagione a dir poco incandescente. Il veliero giallorosso, con al timone la coppia formata dal comandante Franco Lerda e dal nostromo Fabrizio Miccoli, cercherà l’abbordaggio alle fuggitive Perugia e Frosinone, squadre che continuano a condurre il campionato seppur spuntandola quasi sempre per il rotto della cuffia, specialmente nell’ultima famigerata giornata che ha visto i gol “salva-partita” rispettivamente di Sprocati per gli umbri e di Viola (all’esordio) per i ciociari.

INSIDIA GROSSETO – La prima battaglia per i giallorossi si preannuncia ardua: i sogni del Lecce s’incontreranno con le ambizioni playoff del Grosseto, distanziato di sole due lunghezze dal nono posto che vale un biglietto per il post-season. La squadra guidata da Leonardo Acori, subentrato all’ex Juve Antonello Cuccureddu, ha vinto tre delle ultime quattro partite: le vittorie casalinghe contro Salernitana (2-1) e Pisa (3-1), intervallate dallo stop di Catanzaro (1-0 al “Ceravolo”), e l’acuto di Pagani (0-2) hanno permesso alla squadra maremmana il rifiorire dei sogni playoff.  Martinez e soci dovranno stare attenti alla coppia d’attacco Marotta-Ferretti (ex Carpi) ed alla verve di Francesco Bombagi, trequartista molto tecnico dotato di un buon calcio da lontano, pericolosissimo all’andata, finita 1-0 per i salentini.

L’INFERMERIA SORRIDE – Per la trasferta contro i maremmani il tecnico giallorosso dovrà fare a meno dell’uruguaiano Mariano Bogliacino in fase di recupero (l’ex Napoli dovrebbe esserci nello scontro diretto del “Via del Mare” contro il Frosinone) e molto probabilmente anche di Simone Sales (il terzino destro sta cercando, e ha il desiderio, di recuperare per il match di domenica, ma se non dovesse farcela non verrà rischiato). Mister Franco Lerda, però, ritrova Giuseppe Abruzzese che riprenderà il suo posto al centro della difesa al fianco di “El Tuma” Martinez, e il graditissimo ritorno di capitan Fabrizio Miccoli, così come il totale recupero di Nicolas Amodio e quello di Gianmarco Zigoni che già era stato convocato e aveva  fatto uno spezzone di partita nel match contro il Prato. Non ha ancora i novanta minuti nelle gambe Tommaso Bellazzini, fermo dai primi di ottobre, ma anche il fantasista giallorosso è pronto al rientro.

SOLO MICCOLI? – L’ex Toro contro i toscani, match che sarà diretto da Di Martino di Teramo, dovrebbe riproporre il collaudato 4-2-3-1 e in questa settimana sta studiando la posizione in campo dell’ex Palermo Miccoli: il bomber di San Donato, tredici gol in campionato, potrebbe essere schierato come unica punta supportato da Ferreira Pinto, Beretta e Doumbia oppure in coppia d’attacco con “Jack” Beretta o con l’ex Avellino Gianmarco Zigoni (ormai recuperato dall’infortunio anche se non ancora al massimo della condizione,) con Barraco e Ferreira Pinto larghi nel ruolo di esterni offensivi. In porta, nonostante non abbia convinto del tutto, ci dovrebbe essere la riconferma di Nicholas Caglioni, difesa a quattro con Diniz (con Sales va verso il forzato forfait), Martinez, Abruzzese e Lopez, davanti alla difesa agiranno Papini e Amodio (con Salvi pronto a subentrare a gara in corso).

INSIDIA LUCARELLI? – Passando, invece, a quella che sarà la prossima giornata di campionato (con il Frosinone chiamato a scontare il turno di riposo), i riflettori saranno puntati sul “Renato Curi” di Perugia dove il Grifo, orfano degli squalificati Massoni, Conti, Comotto e Sprocati, affronterà l’Esperia Viareggio di Cristiano Lucarelli.  L’ex 99 amaranto probabilmente non vorrà regalare niente al Perugia e, sicuramente, caricherà a dovere i suoi ragazzi per fare una bella figura in terra umbra dopo il suo prematuro esonero della scorsa estate dalla panchina biancorossa. Dal canto suo, la squadra di mister Camplone è carica a molla dopo la vittoria del “Del Duca” di Ascoli e sarà trascinata dal pubblico delle grandi occasioni in vista del potenziale aggancio al Frosinone, distanziato di soli 3 punti. In zona playoff saranno interessanti gli incroci tra Benevento e Catanzaro e tra Salernitana e Pisa, utili a delineare il quadro della griglia playoff. Il Pontedera ottavo ospiterà al “Mannucci” il Barletta e L’Aquila sarà di scena a Gubbio contro una compagine, quella eugubina, le cui speranze playoff sono ridotte al lumicino.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.