Tempo di lettura: 1 minuto

Una semplice intuizione di 25 anni fa ha cambiato il modo di vivere e la vita di tutti.  Il 12 marzo del 1989 l’informatico inglese Tim Berners-Lee pubblica un saggio tecnico dal titolo “Management dell’Informazione: una proposta”, in cui espone un metodo per migliorare le comunicazioni all’interno del Cern di Ginevra dove lavora.

Quel saggio diventa la base teorica della rete, che in un quarto di secolo ha avuto sviluppi impensabili. Ha avvolto ogni aspetto della nostra vita quotidiana, dal trovare una strada o un ristorante in una città, ai più grandi eventi come l’informazione in tempo reale, i social network, la tv e la musica in streaming.

La più grande invenzione dopo la macchina, che anche papa Francesco ha  approvato dicendo che “Il web è un dono di Dio”. Secondo un recente studio del Pew Research Center, rilasciato proprio in occasione di questa ricorrenza, gli utenti statunitensi sarebbero ben disposti a separarsi dal loro televisore piuttosto che della connessione al web. In particolare, il report rileva che per il 53% degli utenti americani sarebbe ‘molto difficile’ separarsi dalla rete. Una percentuale che era del 38% nel 2006.

La crescita del web non ha intenzione di fermarsi, anzi cresce ogni giorno di più e in tutte le sfere della vita. Sempre più.

Foto: fonte web.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.