Tempo di lettura: 3 minuti

Miccoli sotto la Curva NordLECCE (di Carmen Tommasi) – E la marcia verso la vetta continua. I tifosi giallorossi sognano, sorridono. Capitan Miccoli fa brillare loro gli occhi con una doppietta, proprio sotto la sua amata Curva Nord e si porta a quota dieci reti in stagione. Il tecnico Franco Lerda continua a dare ai suoi ragazzi la mentalità da gruppo vincente, volto al sacrificio perchè, come ripete, se si vince soffrendo, vuol dire “che è un atteggiamento da grande squadra”.

Contro l’Ascoli contava solo vincere, in una gara che già alla vigilia era stata presentata come insidiosa e l’obiettivo è stato raggiunto con il minor sforzo, pensando già all’altro anticipo di venerdì contro il Viareggio, in programma alle 14:30. Eh sì, perché bisogna lavorare sodo, continuare a crescere ed a vincere, ma senza mai pensare al primo posto. O, almeno, si fa per dire… Il Lecce continua a vincere, strappando agli avversari punti preziosi in chiave paradiso della classifica e torna ad avvicinarsi a Perugia e Frosinone (che oggi saranno impegnate rispettivamente in trasferta con il Catanzaro e tra le mura amiche con il Grosseto).

In casa Lecce in questa “strana” domenica di riposo, con la ripresa della preparazione fissata per domani mattina con una doppia seduta al “Via del Mare”, ma soprattutto di “adrenalinica” attesa, si pensa solo al Viareggio, ossia la squadra di Cristiano Lucarelli e poi, sempre con i piedi per terra, al Prato. Mai oltre, sempre alla partita dopo e forse è proprio questo il segreto con cui Lerda, il suo staff e la squadra al completo hanno risalito la classifica dopo le cinque sconfitte-choc di fila di inizio stagione.

Vietato, quindi, pensare al primo posto e lo dimostrano le dichiarazioni di rito, quando si incalza il tecnico di Fossano  ed suoi giocatori sulla vetta. “Ci attende un’altra settimana particolare, dato che giocheremo ancora di venerdì, e lavoreremo al massimo per fare bene e continuare sulla strada giusta. Contava soprattutto vincere, e dobbiamo essere contenti di esserci riusciti. Il primo posto? Pensiamo solo al Viareggio, la partita che viene dopo è la più importante”, così l’allenatore giallorosso nel dopo Lecce-Ascoli.

Anche il capitano, Fabrizio Miccoli glissa sulla possibilità di promozione diretta del suo Lecce. Con le parole almeno dice così, ma nello sguardo gli si legge tutt’altra cosa: “Dobbiamo essere prudenti e pensare solo a noi, ma non vogliamo avere rimpianti. Per questo lotteremo fino all’ultimo. La realtà ci dice che dobbiamo pensare solo a noi stessi partita dopo partita. Il Perugia? Deve giocare due partite – analizzava l’ex numero 10 del Palermo – in più rispetto a noi, guardiamo solo in casa nostra e non alla vetta. Adesso abbiamo tutto il tempo per preparare il prossimo impegno di venerdì con il Viareggio al meglio”.

Stesso discorso che fa il centrocampista romano, Romeo Papini: “Con l’Ascoli nel secondo tempo ci siamo messi più dietro perdendo campo, ma fare sempre la partita per 90′ non è facile, anche se siamo il Lecce. Bisogna dare merito anche agli avversari, ma l’importante era la vittoria. Il primo posto? Pensiamo a fare il nostro fino alla fine, poi si vedrà “, dice speranzoso l’ex Carpi.

Si associa ai compagni di squadra anche il fantasista uruguaiano Mariano Bogliacino: “Noi abbiamo fatto il nostro e ci avviciniamo a queste due squadre. Però pensiamo gara per gara e guardiamo alle prossime gare. Dobbiamo andare a Viareggio pensando solo alla vittoria e a giocare con l’atteggiamento del primo tempo di stasera”, conclude l’ex Napoli.

Ma si sa, queste sono dichiarazioni di rito che “devono” esser fatte, guai a montarsi la testa e diventare “spocchiosi” come è successo lo scorso campionato. E la gara con l’Ascoli dimostra che bisogna tenere alta la guardia perchè, in un campionato senza retrocessioni, queste squadre non hanno nulla da perdere e possono mettere in difficoltà chi, come il Lecce, deve (e non può essere altrimenti) puntare in alto. Sempre più in alto. Chiamatelo come volete, ma non primo posto. Chiamatelo… Viareggio.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.