Tempo di lettura: 2 minuti

Lerda, leccezionale.itLECCE (di Carmen Tommasi) – Una doppietta di capitan Fabrizio Miccoli regala i tre punti alla squadra del tecnico Franco Lerda, dopo una gara diventata ostica nel secondo tempo, complice anche un Ascoli peperino, ma poco concreto, e voglioso di rimettersi in partita, tenendo in bilico Bogliacino e soci fino al 94’.La mia squadra nella ripresa non era appagata, ma quando giochi contro squadre dove la classifica è la componente meno importante le partite diventano insidiose –ha dichiarato l’ex Toro a fine match-. In più, veniamo da una settimana tribolata con D’Ambrosio che ha avuto 38 e mezzo di febbre sino a ieri e Barraco non era stato benissimo. Lo sapevo che sarebbe stata una gara piena di insidie, ma il nostro obiettivo erano i tre punti e ci siamo riusciti. Dopo il gol subito abbiamo perso serenità e brillantezza, ma credo ci possa starese se poi alla fine vinci 2-1. Abbiamo fatto fatica e abbiamo sbagliato molto a livello tecnico, sbagliando diversi disimpegni e passaggi non corretti. Una percentuale di errore elevata rispetto ai nostri standard e ne prendiamo atto. Giochiamo con il Viareggio di venerdì e domani riprendiamo la preparazione, poi lascio la domenica libera  ai ragazzi e lunedì facciamo doppia seduta”.

Infine, il tecnico giallorosso non può che complimentarsi per la prestazione di capitan Miccoli: Credo che oggi Fabrizio abbia giocato la miglior partita da quando sono tornato a Lecce. Ha corso tanto, si è sacrificato e ha lottato su ogni pallone realizzando due gol che ci hanno permesso di raggiungere la vittoria. Amodio? Ha  subito una contusione e speriamo che non sia nulla di grave, nei prossimi giorni vediamo l’evolversi della situazione”.

Destro, leccezionale.itFLAVIO DESTRO – L’allenatore dell’Ascoli, invece, analizza con rammarico, ma con molta lucidità la partita persa dai suoi: “Penso che nel secondo tempo abbiamo fatto più noi che il Lecce pur non creando tantissimo come intensità. La partita è stata decisa da una grande giocata di un grande giocatore e da un nostro errore, questo è il rammarico peggiore. Il Lecce? Una grande squadra e poi non sta a me giudicare gli avversari. Ha dei giocatori che possono risolvere la partita in qualsiasi momento. Il nostro obiettivo? Di fare crescere i nostri giovani. Bisogna dare minutaggio ai nostri ragazzi e vedere se saranno adatti per il prossimo anno”, conclude il tecnico del Picchio.

Capece, leccezionale.itGIORGIO CAPECE – Un gol che non è servito a niente per la sua squadra ed è questo il rammarico  del centrocampista bianconero: “Ci fanno i complimenti, ma non riusciamo a fare risultato. Noi diamo tutto e vediamo cosa succederà da qui alla fine. Speravo di poter aiutar la squadra, ma il mio gol non è servito a nulla. Il Lecce è molto forte e noi dobbiamo continuare a fare bene. Ora con la società nuova siamo molto più tranquilli e speriamo bene”, chiude il giocatore dell’Ascoli.

 

 

 

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.