Tempo di lettura: 2 minuti

Lecce, leccezionale.itLECCE (di Carmen Tommasi) – Il Lecce di Franco Lerda, dopo un primo tempo deludente e poco brillante, batte in rimonta nella ripresa il Barletta e si aggiudica il derby, oltre ai tre punti fondamentali per la classifica e per il morale. Dopo il passo falso di domenica scorsa col Perugia, ieri è stata una partita a due facce quella dei giallorossi, in cui alla fine è emersa la voglia di rifarsi dalla debacle contro gli umbri, lo spirito di gruppo e di sacrificio di capitan Miccoli e soci.

DIFESA – L’agguerrito Walter Lopez, dopo un primo tempo di imprecisioni e sottotono anche perché “orfano” del compagno di fascia Abdou Doumbia, nella ripresa rinasce e dalle sue parti macina gioco e cross dei suoi. L’uruguaiano c’è sempre: sia in fase difensiva, che in quella offensiva e va proprio a lui la palma del migliore del reparto. Simone Sales, invece, sulla fascia destra soffre e non poco le incursioni del pimpante D’Errico: l’ex Cremonese prova a fermarlo, ma lo fa con fatica ed il cartellino giallo rimediato già al 13′ condiziona la sua prestazione. L’impegno e il cuore, però, non mancano. Meglio nel finale dove riesce a far salire la squadra e a farsi vedere in avanti. Compitino. GRINTA LOPEZ: CORRE E LOTTA PER DUE.

CENTROCAMPO Abdou Doumbia entra nella ripresa e cambia il volto del match. L’ex Parma fa vedere di essere importante e decisivo per gli equilibri di questo Lecce e questo lo si è visto da quanto sia pesata la sua assenza nel primo tempo. Il migliore. Chi, invece, ieri non ha brillato, soprattutto perché è alla ricerca dalla condizione fisica migliore, è l’ex Latina, Dario Barraco, che ha svariato tra fascia destra e sinistra, ma mai con il piglio giusto. La qualità, però, c’è e questo è fuori da ogni dubbio. CON “DUDU”IN CAMPO IL LECCE BALLA A RITMI ELEVATI.

ATTACCOCapitan Miccoli, nel ruolo di seconda punta, segna il gol del momentaneo 1-1, l’ottavo stagionale, e con accanto il baby Beretta si sente meno “solo” e più a suo agio: il “Romario del Salento” inventa per i compagni, tocca tanti palloni ed all’occasione giusta non perdona l’avversario di turno. Prestazione generosa anche per il socio di reparto Giacomo Beretta sempre in palla, determinato e peperino in avanti. POCO CATTIVI, MA CONCRETI QUANDO SERVE.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.