Tempo di lettura: 2 minuti

Tesoro, leccezionale.itLECCE (di Carmen Tommasi) – Queste sono giornate impegnative ed intense per il diesse del Lecce, Antonio Tesoro in prima linea nei movimenti del mercato in entrata ed in uscita. Il direttore sportivo giallorosso, in questi giorni a Milano all’Ata Hotel, dopo l’ufficialità dei saluti di Parfait, Benassi e Kalombo, cercherà di piazzare altrove i due terzini Nunzella, Bencivenga (quest’ultimo è ormai assente da due giorni agli allenamenti ed è vicinissimo al Como) ed il centrale Ferrero che, con l’arrivo dal Crotone di Abruzzese, troverà sicuramente poco spazio, cosa del resto successa anche nel girone d’andata. Il difensore torinese, cresciuto nelle giovanili della Juventus, potrebbe ritornare al San Marino. Invece, uno tra i portieri salentini Bleve e Petrachi potrebbe salutare il Lecce per trovare spazio e fare esperienza altrove.

In entrata, si stringe per l’ufficialità di Dario Barraco, centrocampista di sostanza con spiccate doti offensive in arrivo dal Latina, squadra con cui il giocatore romano, classe ’85, ha conquistato la promozione in serie Cadetta nella scorsa stagione. Vicinissimo alla firma anche il centrocampista Daniele Corti, il capitano del Varese dovrebbe essere uno dei primi rinforzi ad arrivare alla corte del tecnico di Fossano (anche il diesse del club lombardo, Mauro Milanese, ha parlato e confermato la trattativa che ha subito una frenata, però, e in cui potrebbe far parte Neto Pereira). Per il brasiliano, ad ogni modo, sembrano esserci alcuni “intoppi” ed alla fine l’attaccante potrebbe non trasferirsi al Lecce, anche perché il reparto offensivo verrebbe rinforzato solo se uno tra Beretta o Zigoni chiedesse di essere ceduto per trovare più spazio lontano dal Salento (ma i due attaccanti rimarranno sicuramente in giallorosso, come confermato anche da Tesoro junior).

Infine, è in arrivo un gradito rinnovo di contratto per Nicolas Amodio: il club di Piazza Mazzini ha trovato un’intesa di massima con l’entourage dell’ex centrocampista del Napoli che rimarrà così a disposizione del 4-2-3-1 dell’ex tecnico del Toro. Per il connazionale Walter Lopez, invece, ci sarà ancora da “lottare” con il procuratore Pablo Betancourt per definire i dettagli, e soprattutto le cifre, della permanenza del difensore nella squadra giallorossa.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.