Tempo di lettura: 1 minuto

San_cataldoLECCE – “No ad un eco-mostro a San Cataldo“. Ad affermarlo è il presidente di Legambiente di Lecce, Walter Ronzini che, in una nota ufficiale, si è espresso sull’ipotesi di realizzare nella marina leccese una struttura recettiva nei pressi dell’ex Rotonda, accanto all’Ostello della Gioventù.

Nel comunicato del rappresentante dell’associazione ambientalista salentina si legge: “Sedotta e abbandonata, San Cataldo vive momenti alterni di grandi interessi. Nel II secolo d.C. vi era il Porto di Adriano, quando Lecce era il centro del Mediterraneo, oggi abbandonato alla corrosione del mare. Nel XXI secolo d.C. vi è in progetto una struttura turistica su lungomare Vespucci che nascerà sulle rovine di un complesso, ormai abbandonato ed allo sfascio, che fu riferimento per tutta la città di Lecce. Una possibile soluzione, di riqualificazione difficile però, è quella che potrebbe derivare da uno sforzo sinergico tra Amministrazione comunale, cittadini, architetti ed ambientalisti, che notoriamente non si fidano gli uni degli altri, per trovare un sistema di regole condivise che si faccia carico della riorganizzazione delle nostre coste. Un concetto di riqualificazione che possiamo immaginare sono comprese le demolizioni, le delocalizzazioni, le rinaturalizzazioni, tutte operazioni non valide di per sé ma in quanto facenti parte di un opera di ridisegno dei luoghi secondo le logiche di un progetto più ampio, che per essere meglio attuato dovrebbe essere più partecipato e condiviso, anche nei suoi valori oltre che nei materiali, e che deve tendere al soddisfacimento di bisogni, tra i quali vi è certamente quello di vivere il nostro mare“.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.