Tempo di lettura: 3 minuti

Vinetot, LecceLECCE (di Carmen Tommasi) – Emozioni forti di quelle che danno entusiasmo a chi ama il calcio giocato. Una vittoria quella del Lecce importante per la classifica e ancora più preziosa proprio perché arrivata al 94′, grazie alla punizione di Mariano Bogliacino dal limite dell’area deviata dalla barriera. A fine partita il tecnico Franco Lerda si è dichiarato più che soddisfatto per la vittoria della sua squadra ottenuta in rimonta sulla Salernitana: “La classifica? Preferisco parlare della partita, perché non posso che essere soddisfatto della prova offerta dalla mia squadra e questo sia per i tre punti conquistati, che sono molto importanti, sia per quello che abbiamo espresso in campo contro un avversario ostico. Non avevo dubbi circa l’impegno e l’intensità che i miei avrebbero messo in campo. La grande reazione che abbiamo avuto al vantaggio dei granata ne è la prova. La sosta non si sa mai che effetti può avere, ma noi abbiamo ripreso veramente bene. Faccio i complimenti ai miei ragazzi, perché vincere con la Salernitana, anche se era in crisi, non era facile”.

Il tecnico piemontese ha analizzato in maniera molto lucida anche l’atteggiamento tattico avuto da Miccoli e soci per tutto il corso della gara: “Nel primo tempo abbiamo avuto almeno tre chiare palle gol e sicuramente meritavamo di chiudere in vantaggio. Dico, però, che nella ripresa c’è stato un leggero calo da parte dei miei; abbiamo commesso delle disattenzioni che ci potevano costare molto care e su questo dobbiamo riflettere. Dopo siamo stati bravi a riprendere il pallino del gioco e ci siamo resi protagonisti di una grande rimonta. Sono soddisfatto anche di coloro che sono entrati a gara in corso. Miccoli ha avuto un problema al flessore ed ho preferito non rischiarlo nella ripresa. Ora recupera e non è a rischio per la prossima gara. Il valore di questa vittoria? Dovevamo ripartire da dove ci eravamo lasciati prima di Natale e iniziare l’anno nuovo con una vittoria era davvero importante. Sono, quindi, contento di aver centrato questo obiettivo. Ora i ragazzi avranno due giorni di riposo, riprendiamo martedì mattina e subito dopo inizieremo a preparare la gara in trasferta a L’Aquila. Il primo posto? Continuiamo a non guardare la classifica e ad essere concentrati solo su noi stessi e sui prossimi avversari. Pensiamo gara dopo gara”, conclude l’allenatore giallorosso.

KEVIN VINETOT – Sorride anche il centrale francese ex Crotone autore del gol del momentaneo 1-1, il primo con la maglia giallorossa: “Volevamo a tutti i costi i tre punti e ci tenevamo molto alla vittoria per iniziare l’anno nel modo migliore e per dare un segnale positivo al campionato. Abbiamo dominato per quasi tutta la gara –dichiara il difensore- ed i tre punti sono assolutamente meritati, perché loro hanno fatto gol nell’unica occasione che hanno avuto. Il mio gol? Era importante vincere e per questo sono felice. Lo dedico a mia moglie e a mia figlia. Il ritorno Martinez non è un problema per me, perché Gilberto è molto importante per la squadra come lo sono gli altri nel suo ruolo. Io mi farò trovare pronto quando il mister mi chiamerà in causa per il bene del Lecce e dei tifosi, perché abbiamo tutti lo stesso obiettivo”.

Lecce,BogliacinoMARIANO BOGLIACINO – Il trequartista uruguaiano, autore del gol vittoria, è più che soddisfatto per i tre punti portati a casa e dedica la vittoria ai tifosi giallorossi: “Sono davvero soddisfatto del mio gol che ci ha regalato la vittoria. Sono felice non per me ma per la squadra e soprattutto per i tifosi, che meritavano una gioia come questa. E’ stata una vittoria di tutto il gruppo, perché quest’anno ci siamo ricompattati dopo il brutto inizio ed abbiamo dimostrato di saper essere squadra. Dello scorso anno non voglio parlare. Oggi abbiamo avuto una grande reazione al gol di svantaggio. Il primo posto? Pensiamo a fare punti gara dopo gara. La classifica per ora non ci interessa. Oggi è stato bello festeggiare con i nostri tifosi; ora recuperiamo le energie e pensiamo già alla prossima gara, conclude sorridendo l’ex centrocampista del Napoli.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.