Tempo di lettura: 2 minuti

Miccoli, leccezionale.itLECCE (di Carmen Tommasi) – Numeri da applausi. Ritrovato entusiasmo. Classifica che diventa interessante. Il Lecce di Franco Lerda con l’ottavo risultato utile di fila nella sofferta gara casalinga vinta con il Grosseto, con un bottino di cinque vittorie e tre pareggi, a testa bassa e senza nessun proclama, continua la sua rincorsa verso le zone alte della classifica. Perché adesso il primo posto è a sole 7 lunghezze. Ma non ditelo al tecnico di Fossano, vi risponderebbe: “Pensiamo gara dopo gara. Sognare fa bene, ma bisogna essere concreti”. Anche perché, le prossime due gare contro Frosinone e Pisa, daranno ulteriori indicazioni sulle reali ambizioni di questa squadra.

“PERU” SORRIDE – Capitan Miccoli e soci hanno battuto un tosto e fisico Grosseto grazie ad una perla del “Romario” del Salento, la quinta stagionale, ma chi ha tenuto a galla il Lecce è stato Filippo Perucchini. L’estremo difensore bergamasco, classe ’91, è stato protagonista di una prestazione coi fiocchi che sta iniziando a dare ragione al diesse Antonio Tesoro che in estate ha deciso di puntare fermamente sull’ex Como, uno dei migliori portieri della scorsa stagione e arrivato nel Salento in comproprietà con il Milan. Quattro giornate senza subire gol è merito anche di Gilberto Martinez e compagni che, guidati dal “el Tuma”, domenica dopo domenica acquisiscono sempre maggiore sicurezza e compattezza difensiva. Difesa, poi, protetta da quei due davanti piazzati da Lerda che nell’ultima gara sono stati la coppia Papini-Amodio.

FIDUCIA AL 4-2-3-1 – La sfortunata parentesi di Coppa Italia con il Perugia, con il Lecce sceso in campo con il 4-3-3, è stata già totalmente archiviata dal tecnico di Fossano che con il Grosseto ha schierato i suoi con il 4-2-3-1 con Fabrizio Miccoli come unica punta. Modulo questo, ormai collaudato, che sta garantendo ai giallorossi un buon equilibrio tattico e allo stesso tempo una spiccata capacità offensiva. Sembra collaudata anche la staffetta Miccoli-Zigoni con quest’ultimo che subentra a partita in corso e che anche nel match casalingo di domenica scorsa al “Via del Mare”, appena entrato in campo, lo ha fatto con lo spirito giusto andando anche vicino al gol.

L’INFERMERIA – La comitiva giallorossa riprenderà ad allenarsi nel pomeriggio a Squinzano per iniziare a preparare la prossima gara di campionato in casa del Frosinone del tecnico Roberto Stellone. Alla ripresa lo staff sanitario giallorosso, guidato dal dottor Giuseppe Rizzo, dovrà valutare le condizioni di Beretta, Ferreira Pinto e Sacilotto, tutti indisponibili per i rispettivi acciacchi fisici nella gara casalinga di domenica contro il Grosseto. Il fantasista Tommaso Bellazzini, invece, si cura presso un medico di sua fiducia lontano da Lecce. Contro i ciociari non ci sarà lo squalificato Walter Lopez con Erminio Rullo che è il primo “indiziato” per sostituire l’uruguaiano. In difesa rientra, però, Marcus Diniz che ha scontato proprio contro i toscani il suo turno di stop.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.