Tempo di lettura: 1 minuto

La Procura Figc è partita con l’inchiesta sul caso derby “farsa” Nocerina-Salernitana. Sono iniziate, infatti, ieri le audizioni riguardanti quella famosa gara di Lega Pro del 10 novembre scorso, sospesa al 21′ del primo tempo per il raggiunto limite di giocatori in campo della squadra ospite.

A quanto risulta, gli infortuni dei calciatori rossoneri sarebbero stati «provocati» dalle minacce degli ultrà molossi a cui per motivi di sicurezza era stata vietata la la trasferta.

Il primo ad essere stato ascoltato dagli inquirenti federali è stato il calciatore della Salernitana, Matteo Guazzo. All’uscita l’attaccante non ha voluto rilasciare alcuna dichiarazione, ma in un’intervista radiofonica aveva dichiarato: «Ho visto dei ragazzi piangere nel tunnel prima di entrare in campo».  Nella giornata di oggi saranno interrogati di Kris Jogan della Salernitana e dei giocatori della Nocerina, Carlo Cremaschi, Giuseppe Rizza e Giancarlo Malcore, del quest’ultimo ex attaccante Lecce.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.