Tempo di lettura: 2 minuti

IMG_0021LECCE (di Carmen Tommasi) – L’unica voglia lampante era quella di scendere in campo domenica a Nocera Inferiore per sfruttare il momento positivo di sette risultati utili consecutivi e con la retroguardia giallorossa che non subisce gol da ben tre giornate. La classifica adesso inizia a sorridere e “dice” che il primo posto è distante solo otto lunghezze, ma domani gli equilibri cambieranno ancora una volta e in una domenica atipica capitan Miccoli e soci comodamente, si fa per dire, dal divano osserveranno i risultati del girone B, sperando in buone nuove dalla vetta. La stessa cosa faranno, sicuramente, i tifosi giallorossi.

SOSTA “INDIGESTA” Il Lecce avrebbe evitato ben volentieri questo stop forzato di campionato in un periodo in cui la squadra di Franco Lerda è la più in “forma” del suo girone con 15 punti conquistati in sette gare e con Gianmarco Zigoni, cinque gol messi a segno, in grande spolvero. Il capitano, Fabrizio Miccoli, è ritornato dall’infortunio ed è alla ricerca della forma fisica migliore. L’infermeria ha ancora qualche acciaccato di turno come Papini, Ferreira Pinto e i lungodegenti Bellazzini e Beretta, ma a Nocera sarebbe ritornato disponibile il terzino destro Dario D’Ambrosio al rientro dalla squalifica, mentre Diniz non ci sarebbe stato perchè fermato da una giornata dal Giudice Sportivo (ora il brasiliano sconterà la squalifica con il Grosseto).

IL RECUPERO – La gara tra Nocerina e Lecce si dovrebbe recuperare il 18 dicembre, in infrasettimanale di mercoledì: la comunicazione è arrivata dalla Lega Pro dopo l’accordo con i due club. La decisione finale adesso spetta al prefetto di Salerno che dovrà dare l’ok e stabilire eventuali modalità alternative di svolgimento. Le quali potrebbero essere a porte chiuse, accesso negato ai tifosi ospiti e eventuale altra sede. Se la soluzione è questa, a questo punto, la stessa decisione si sarebbe dovuta prendere per questa domenica senza creare tutti i “subbugli” del caso. Nel frattempo, l’ex Toro in allenamento prova anche la coppia d’attacco Miccoli-Zigoni e magari a Grosseto potrebbe essere quella titolare e chissà che non sia più il vincente e collaudato 4-2-3-1 il modulo di riferimento.

LA COPPA Mercoledì alle 14:30 si ritorna in campo per il terzo turno della fase finale di Coppa Italia Lega Pro per la seconda giornata. Con la vittoria del Grosseto per 2-1 sul Lecce, i giallorossi di Lerda ospitano il Perugia al Via del Mare, gara a cui i giallorossi ci tengono a fare bella figura davanti al pubblico amico. Perché come ricorda, spesso e volentieri, il tecnico piemontese: “Noi siamo il Lecce e non possiamo permetterci di fare brutte figure”. Ben detto e sicuramente il patron Tesoro e il diesse e figlio Antonio saranno d’accordo con il loro allenatore. Domani il tecnico di Fossano ha concesso la domenica di riposo ai suoi e da lunedì si ricomincia: con un unico pensiero, il Perugia.

 

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.