Tempo di lettura: 1 minuto

A fine match, il tecnico della Paganese Agenore Maurizi commenta con l’amaro in bocca la debacle odierna della sua squadra tra le mura amiche del “Marcello Torre” che non portano per niente bene ai padroni di casa: “Quella di oggi è stata una gara bloccata e non bella con moduli speculari, il 3-5-2, e senza grosse emozioni. Con l’ ingresso in campo di Zigoni –spiega  l’allenatore dei campani – il Lecce è passato al 4-3-3, ma non credo che questa sia stata la chiave della loro vittoria”.

PERIODO NO –Il gol di Doumbia è arrivato dopo una nostra indecisione su palla da fermo le quattro sconfitte su quattro in casa a tutti non vanno bene. Dispiace perdere ed il Lecce oggi non è che ci abbia impensierito molto; era la classica partita da 0-0, ma nel calcio contano i risultati ed è normale che ora veniamo criticati”.

A TESTA ALTA – “Lavoriamo molto in allenamento, questo è certo. Mi dispiace che non riusciamo a trasformare tutto questo in vittorie. Quella di oggi non è stata una brutta Paganese, ma solo una partita bloccata. Se ne esce fuori da questa situazione da uomini veri, con l’impegno ed il lavoro. Sbagliamo troppe cose a centrocampo, disimpegni e passaggi ma oggi non ho visto una brutta squadra e nemmeno domenica scorsa a Frosinone”.

Foto: fonte web.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.