Tempo di lettura: 2 minuti

LECCE  (di Carmen Tommasi ) – “Parto dalla prestazione e dico che nel match abbiamo avuto setto-otto occasioni importanti da gol. Loro erano chiusi in undici nella loro area di rigore e nonostante questo noi siamo riusciti a creare delle azioni da rete. C’è poco da dire: abbiamo creato tanto e concesso nulla. Oggi c’è poco da aggiungere: non siamo riusciti a metterla dentro”: così ha parlato il tecnico del Lecce Franco Lerda nel commentare lo 0-0 conquistato dai suoi nel derby contro il Barletta in una prestazione in cui i giallorossi hanno cercato in tutti i modi di sbloccare il risultato senza successo essendo poco precisi sotto porta.

Il tecnico di Fossano è consapevole che la sua squadra debba ancora migliorare su più aspetti: “Oggi non siamo riusciti a buttarla dentro, ma dobbiamo migliorare un po’ la condizione fisica: ad esempio Lopez era stanco e dalla destra della linea difensiva, l’ho dovuto spostare centrale nella ripresa e mettere Nunzella al posto di Sales, perché Simone aveva dato tutto. Miccoli non era nemmeno lui  al 100%, ma  ha stretto i denti  perché non avevo più cambi. Ma dico che se ripetiamo queste prestazioni in futuro e con questa intensità, non è detto che dobbiamo durare un’ora a questi ritmi perché poi la partita la possiamo gestire. Oggi c’è stata un po’ di imprecisione, sfortuna e anche bravura del loro portiere come nella punizione di Miccoli”, conclude l’ex tecnico del Torino.

Orlandi, leccezionale.itLa parola passa poi a Nevio Orlandi che sembra soddisfatto del punto conquistato in classifica dalla sua squadra: “Sapevamo che nonostante la classifica il Lecce è una squadra come si deve che punta ancora al vertice. Non era facile – spiega l’allenatore del Barletta – ma siamo stati ordinati dal punto di vista tattico, anche se abbiamo corso qualche rischio, abbiamo mostrato lo spirito che dobbiamo avere in campionato. Noi poco concreti? La nostra è una squadra che può migliorare la manovra  per renderla più fluida e quando c’è impegno e cuore come oggi è già una buona base. Ricordo che i nostri attaccanti stanno patendo per dei problemi fisici e sono solo da elogiare. Ci manca autostima, altrimenti avremmo potuto chiudere la gara in maniera diversa”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.