Tempo di lettura: 1 minuto

A poche ore dall’inizio dell’avventura in serie B, per la Svicat arriva la “mazzata” dell’Amministrazione Comunale di Campi Salentina che annuncia, via fax, ai vertici del sodalizio di non poter utilizzare il campo comunale per gli allenamenti della prossima settimana. Adirato ma pronto a dare battaglia il patron Fabrizio Camilli ha diramato una nota in cui esprime tutto il suo dissenso per questa decisione che minerebbe anche la tranquillità e la serenità della squadra in vista dell’esordio in campionato a Roma contro il CUS Roma.

Queste le sue parole: “È vergognoso ricevere dall’amministrazione comunale di Campi Salentina in data odierna, cioè a poche ore dall’inizio del campionato, la comunicazione via fax che annuncia l’impossibilità di utilizzare il campo per gli allenamenti della settimana prossima e che potremmo giocare al ‘Trevisi’ il 13 ottobre solo se non ci saranno precipitazioni… Noi non stiamo chiedendo l’elemosina a nessuno. Annuncio che ritirerò  la squadra se non troverò un campo dove giocare; ovviamente, a questo punto, la Svicat rugby ASD non parteciperà più economicamente ai lavori di riqualificazione del campo e provvederò ad attivare una campagna di comunicazione su tutto ciò che ci è capitato sin ora, facendo tutti i nomi e cognomi di chi si è messo di traverso tra noi e la serie B”.

Foto: Fabrizio Camilli, fonte web

 

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.