Tempo di lettura: 3 minuti
La Lega Pro, congiuntamente con Supporters in Campo, iniziativa promossa da tifosi e gruppi di tifosi italiani che, con il contributo dell’organizzazione pan-europea “Supporters Direct Europe”, propongono modelli sostenibili di proprietà e gestione delle società sportive, con l’obiettivo di preservare la loro esistenza, attraverso la partecipazione dei supporters nei processi decisionali e nella proprietà delle società sportive, in riconoscimento del valore che i tifosi rappresentano per lo sport, organizzano il convegno “Supporters’ trust, Lega Pro: occasione per un nuovo rapporto Club e tifosi. Anche in Italia da oggi si può: per un progetto di gestione del calcio moderno”.
Il comunicato di Supporters in Campo: Supporters in Campo e Lega Pro organizzano un convegno dal titolo “Supporters’ trusts, Lega Pro: occasione per un nuovo rapporto club e tifosi. Anche in Italia da oggi si può: per un progetto di gestione del calcio moderno” che si terrà il 7 ottobre 2013 a Roma.
Il programma prevede i saluti da parte delle autorità istituzionali, seguiti da una tavola rotonda di discussione e confronto tra Club e tifosi e incontri dedicati alla discussione tra singoli club e le proprie tifoserie. Ci preme sottolineare l’importanza e l’assoluta novità della seconda parte dell’incontro. Verranno infatti creati dei gruppi di lavoro tra i singoli Club e le singole tifoserie che si riuniranno in stanze di lavoro dedicate, in cui si potranno confrontare su idee, progetti e iniziative di coinvolgimento dei tifosi in società. Al termine dei singoli incontri vi sarà quindi una sessione plenaria durante la quale verranno esposti i risultati e gli impegni formali assunti.
L’evento è organizzato affinché gli attori dell’evento, ossia i supporters ed i club, si riuniscano per confrontarsi sul tema della governance. Lega Pro e Supporters in Campo accompagneranno supporters e Club nel dialogo, nel rispetto della loro indipendenza e  autonomia. Sarà, inoltre, costituito un tavolo di confronto permanente per la verifica del percorso intrapreso.
Ecco il programma dell’incontro romano in dettaglio: “Supporters’ trusts, Lega Pro: occasione per un nuovo rapporto Club e tifosi. Anche in Italia da oggi si può: per un progetto di gestione del calcio moderno” realizzato in collaborazione tra Supporters in Campo e dalla Lega Pro.
 9.30 Accrediti e caffè di benvenuto

10.30 Saluti Autorità Istituzionali
–  Roberto Sgalla (Direttore Scuola Superiore di Polizia)
–  Mario Macalli (Presidente Lega Pro)
–  Giovanni Malagò (Presidente CONI)
–  Giancarlo Abete (Presidente FIGC)
–  Francesco Cirillo (Vice Direttore Generale della Pubblica Sicurezza – Direttore Centrale della  Polizia Criminale e Presidente dell’Unità Informativa Scommesse Sportive – U.I.S.S.)
 
11.00  Tavola rotonda
“Supporters’ trusts: il coinvolgimento attivo dei tifosi nella proprietà e nei processi decisionali delle società. Cammino percorso e strada da intraprendere”.
 
– Introduzione ai supporters trust: Diego Riva, consulente di Supporters Direct Europe e componente del consiglio di coordinamento di Supporters in Campo.
Partecipano al dibattito:
– Sergio Cherubini, Università di Tor Vergata
– Francesco Ghirelli, Direttore Generale Lega Pro.
– Antonia Hagemann, responsabile attività europee di Supporters Direct Europe.
– Roberto Massucci, Vice Presidente Osservatorio Nazionale per le Manifestazioni Sportive
– David Miani, componente del consiglio di coordinamento di Supporters in Campo
– Antonio Talarico, Supporter Liaison Officer della FIGC
Moderatore: Pippo Russo, sociologo e scrittore.
12.30: dibattito
13.00  – 14.00: pranzo 
14.00 – 15.30: gruppi di lavoro – Riunioni tra singoli Club e le rispettive tifoserie, per un confronto su idee, progetti e iniziative di coinvolgimento dei tifosi in società
15.30: assemblea plenaria -Esposizione, da parte di ciascun Club e rispettiva tifoseria, dei risultati e degli impegni formali assunti.
16.30: conclusioni.
Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.