Tempo di lettura: 2 minuti

LECCE – Nelson Motta e Stefano Valente, rispettivamente legale rappresentante della holding internazionaleThe Royal 45 Group” il primo e suo delegato in Italia il secondo, hanno diramato un comunicato ufficiale in cui fanno perentoria chiarezza sulla presunta volontà di acquisire il pacchetto di maggioranza dell’U.S. Lecce S.p.A. divulgata su alcuni organi di stampa locali ed in cui si afferma la decisione di voler tutelare la propria immagine.

Riportiamo integralmente la nota giunta in redazione con la quale si ribadisce la completa estraneità all’acquisizione dell’U.S. Lecce da parte di Nelson Motta:

In relazione all’articolo pubblicato sul sito internet pianetalecce.it a firma Marco Marini in data 04/09/2013 ed in cui si fa riferimento ad un presunto interessamento da parte del gruppo portoghese “The Royal 45 Group”, rappresentato dal proprio presidente signor Nelson Motta, all’acquisizione del pacchetto di maggioranza dell’U.S. Lecce S.p.A. si rendono necessarie alcune precisazioni. Prima di tutto, le informazioni sulle attività del gruppo non sono correttamente riportate nell’articolo, perché il core business dello stesso si sviluppa in 11 differenti settori. In secondo luogo, se da un lato è vero che il predetto gruppo ha da tempo manifestato l’interesse a valutare l’opportunità di investire sul territorio salentino, è altrettanto vero che, al momento, mancano i presupposti per poter pensare all’acquisto del club. Prova ne è il fatto che, durante la recente visita nel Salento del presidente Motta, non è stata mai avanzata alcuna richiesta formale o informale di incontrare l’attuale proprietà dell’U.S. Lecce S.p.A. Il gruppo, pertanto, tramite il proprio delegato in Italia, dott. Stefano Valente, rende noto che il gruppo medesimo, a tutela della propria immagine, vieta a chiunque l’utilizzo improprio dei propri dati, se non preventivamente autorizzato da parte del legale rappresentante. Vieta altresì la divulgazione di informazioni rigorosamente riservate e confidenziali“.

Una nota che, dunque, non lascia margini all’interpretazione libera di qualunque natura e che intende porre la parola fine alla vicenda in ballo dall’altro giorno. Per le “precedenti puntate” LEGGI QUI.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.