Tempo di lettura: 1 minuto

Ha il volto scuro capitan Fabrizio Miccoli, autore del gol del momentaneo vantaggio, a fine match dopo la sconfitta di 2-1 del “suo” Lecce con la Salernitana. “Al di là del risultato, posso dire che soprattutto nel primo tempo non abbiamo fatto male, mentre nel secondo – spiega l’ex Palermo ai giornalisti in sala stampa – nessuna delle due squadre ha giocato come doveva. Un pareggio ci stava, loro sono stati bravi a trovare un gol su calcio piazzato, una pecca già evidenziata nel precampionato”.

LAVORARE DURO – Da martedì alla ripresa della preparazione bisogna lavorare con il massimo impegno: “Siamo molto dispiaciuti per questa sconfitta, ma era solo la prima di campionato. Cercheremo di rifarci la prossima domenica in casa davanti al nostro pubblico. Il mio gol mancato nella ripresa? L’ho toccata con la punta e il loro portiere è stato bravo ad uscire, ma spero che da martedì possa ritornare ad allenarmi con la squadra. Questa settimana ho fatto un solo allenamento con i miei compagni per un problema al piede ed un altro al pube; oggi dopo 60 minuti ho fatto un po’ di fatica. Spero di recuperare il ritmo che è ciò che mi manca”.

BISOGNA CRESCERE – Essere più cinici, insomma, già dalla prossima gara contro il L’Aquila: “Nel secondo tempo abbiamo evitato le palle basse e le triangolazioni, forse per paura di rischiare. Troppe palle lunghe per frenesia, dobbiamo migliorare e lavorare duro. Siamo una squadra completamente nuova.Dobbiamo essere più cinici, ma siamo soltanto alla prima partita.Ci rifaremo con i tre punti alla prossima“.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.