Tempo di lettura: 2 minuti

Lecce – “Non ho nulla di sconvolgente da dirvi”. Ha esordito così, sorridendo, Antonio Tesoro, che nella sala Stampa “Sergio Vantaggiato” ha incontrato i giornalisti.

Subito dopo ha analizzato la rosa a disposizione ammettendo che: “Ci manca ancora tutto il centrocampo, è li che faremo gli interventi più importanti. In porta abbiamo Bleve su cui puntiamo molto, è l’orgoglio del nostro vivaio, poi c’è Perucchini che è stato uno dei migliori elementi dello scorso anno in Lega Pro e Petrachi. In difesa, oggi abbiamo ufficializzato Vinetot e siamo al completo con Diniz e Martinez, valuteremo anche la crescita del giovane Luperto. A destra ci sono Bencivenga e attendiamo il ritorno di Kalombo, a sinistra Rullo e Nunzella, che devo ammettere l’anno scorso abbiamo sbagliato a cederlo in prestito. E’ stato uno dei migliori terzini del campionato. Quest’anno puntiamo su di lui. A centrocampo invece siamo incompleti. Abbiamo perfezionato l’acquisto di Salvi, lui sarà lo Zappacosta di quest’anno (non esclude che una volta guarito possa tornare, magari a gennaio). È arrivato Casiraghi e dipenderà molto dalla posizione in cui Moriero deciderà di impiegare Bogliacino, se farà il centrale di centrocampo, magari arriverà un solo elemento, altrimenti puntiamo a fare arrivare due centrocampisti. Potrebbe arrivare Delvecchio, è una richiesta del mister, ma stiamo vagliando altre ipotesi”.

Non poteva mancare il chiarimento su Giacomazzi: «Non ho potuto fare nulla, sono arrivato quando ormai c’erano da raccogliere i cocci; Moriero ha preso una decisione, Giacomazzi non ha gradito e abbiamo rescisso di comune accordo. L’allenatore è sovrano nello spogliatoio e nessuno può dire nulla. Comunque Giacomazzi è un signore, siamo rimasti in buoni rapporti e non escludo in futuro un ritorno (come dirigente)».

Sul mercato in uscita il diesse ha le idee chiare: “Con le valigie pronte ci sono Benassi, Di Maio, D’Ambrosio e Legittimo. Falco? Per me è un gran talento, su di lui puntiamo per il futuro, se dovesse arrivare una buona offerta in comproprietà potremmo discutere, ma non ci priveremo di lui”.

Ha dichiarato di essere contento per il proscioglimento nel processo per il calcioscommesse e sulla pena pecuniaria ha scherzato dicendo: “Magari la facciamo pagare a Ferrario (ha sorriso). Sono soddisfatto per Benassi, ha sofferto tanto. E’ tuttavia in uscita, non rientra più nei nostri piani. Al momento ha poco mercato, perché di solito i portieri si acquistano subito, vedremo e valuteremo”.

Pizzicato su Chevanton ha risposto: “Quando abbiamo parlato di reset, volevamo proprio azzerare tutto. Non possiamo guardare al passato, altrimenti riprendiamo Barbas e Pasculli. Avevamo bisogno di creare un progetto nuovo, fatto di giovani che duri negli anni”.

Poi ha chiosato: “Dopo gli eventi dell’anno scorso, malintesi e malcontenti, quest’anno nel Lecce vogliamo solo gente che abbia la fame e l’entusiasmo giusto per fare bene. Come ha detto Moriero, vogliamo solo gente orgogliosa di indossare la gloriosa maglia giallorossa. Nel gruppo comunque noto positività e tranquillità“.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.