When you install WPML and add languages, you will find the flags here to change site language.

L’U.S. Lecce nel Progetto 3P per riportare il calcio alle origini

progetto-3p-mercadante-foresio-giacomazziLECCE – Presentato ufficialmente anche a Lecce il “Progetto 3P – Patto, Passione e Partecipazione” promosso dal Ministero degli Interni, in collaborazione con la Lega Pro, e riservato a 12 società. Un’iniziativa pilota che arriva a seguito della firma, lo scorso 4 agosto, del protocollo tra Governo, C.O.N.I., F.I.G.C., Lega A, Lega B, Lega Pro, Assoarbitri, Assocalciatori e Assoallenatori e rivolto ad una rivisitazione dell’attuale modello di gestione del calcio, delle partite e della sicurezza negli stadi. I club, insieme alle istituzioni locali ed alla Questura, si adopereranno in questa stagione per raggiungere gli obbiettivi fissati dal protocollo: in primo luogo ridare al calcio una dimensione sociale fatta di inclusione, normalizzazione e responsabilizzazione. L’obiettivo, dunque, è quello di riportare il calcio ad una dimensione di partecipazione di tifosi e famiglie, per vivere la passione sportiva in libertà ed in sicurezza.

guillermo-giacomazziA fare da testimonial del Progetto 3P oggi pomeriggio, allo stadio “Via del Mare“, c‘era l’ex capitano del Lecce, Guillermo Giacomazzi che ha illustrato le finalità insieme al Direttore generale dell’U.S. Lecce, Giuseppe Mercadante ed all’Assessore allo Sport del Comune di Lecce, Paolo Foresio. L’ex capitano giallorosso ha affermato: “Il progetto riporta il calcio a quello che era qualche tempo fa, quando giocavo con questa maglia. La Tessera del Tifoso ha allontanato la gente degli stadi, ma ora sarà possibile riavvicinare le famiglie allo stadio”.

progetto-3pIl protocollo prevede una serie di passaggi, spalmati in 3 anni, da realizzare grazie ad una cooperazione tra tutti i soggetti interessati e la condivisione con le tifoserie per abbassare la percezione del “pericolo di andare allo stadio”; far tornare le famiglie allo stadio; consolidare la figura dello SLO (Supporter Liason Officer); contrastare il fenomeno delle frodi nelle scommesse sportive. Col Protocollo, il sistema di ticketing viene semplificato mediante la revisione della disciplina sulla Tessera del tifoso e la responsabilizzazione delle società sportive. Come già sta avvenendo, salvo diverse indicazioni dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive, i biglietti dei Settori Ospiti potranno essere acquistati il giorno della gara anche da chi non ha sottoscritto la Tessera; l’impiantistica viene ridisegnata anche con la revisione dei regolamenti finalizzata alla riduzione delle barriere ed alla responsabilizzazione degli utenti; i servizi di accoglienza (stewarding) vengono rivisti per una maggiore fruibilità degli stadi; i tifosi potranno introdurre nuovamente allo stadio tamburi e megafoni che dovranno essere “dichiarati” al GOS tramite lo SLO, indicando il tifoso responsabile del loro utilizzo; la figura dello SLO dovrà essere rilanciata e supportata dalle società, in quanto ritenuta strategica per l’applicazione della nuova disciplina.

Il colpo d'occhio del "Via del Mare"Il Dg Mercadante ha spiegato: “Le linee guida previste dal Protocollo hanno un’attuazione su base triennale. Già dalla prossima stagione sportiva sarà possibile sottoscrivere l’abbonamento per le gare casalinghe senza tessera del tifoso. Abbiamo già visto, inoltre, in alcune gare che abbiamo disputato in trasferta in questa stagione come sia stata data la possibilità ai nostri tifosi di acquistare il biglietto per il settore ospiti sempre senza tessera del tifoso. Nel Protocollo viene prevista l’opportunità di introdurre negli stadi megafoni e tamburi ed in questo senso abbiamo già modificato il regolamento d’uso del ‘Via del Mare’. La procedura da seguire è la stessa già in vigore per l’autorizzazione degli striscioni. L’obiettivo del Protocollo e del Progetto 3P è quello di avvicinare i tifosi ancora di più, facilitando la presenza delle famiglie”.

studenti ragazzi-allo-stadioL’assessore Foresio, da sempre frequentatore della Tribuna Est del “Via del Mare“, ricorda: “In famiglia l’appuntamento domenicale allo stadio sia stato un rito. Quello che prevede il Protocollo è un’apertura delle maglie, una possibilità che sono certo la nostra tifoseria coglierà al volo. Come Amministrazione Comunale la scelta fatta ad inizio stagione di destinare le tessere omaggio a noi spettanti alle scuole va nella direzione di quelle che sono le linee guida del Progetto. Anche riguardo la gestione dello stadio ci sono stati un paio di incontri e stiamo lavorando per una revisione completa della convenzione tra U.S. Lecce e Comune di Lecce (proprietario dell’impianto sportivo, ndr)”.

1 Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*