Tempo di lettura: 2 minuti

LONDRA – Il quotidiano indipendentista scozzese “The National” si schiera totalmente a favore degli azzurri di Roberto Mancini, con una prima pagina ed un intestazione che non lasciano adito ad interpretazioni. “Roberto, save us!“, il CT dell’Italia è stato inoltre raffigurato in versione Braveheart, l’eroe nazionale William Wallace che al cinema è stato interpretato da Mel Gibson, con il tecnico in tenuta bellica e col volto pitturato di azzurro. Il giornale continua: “You’re our final hope…” (Sei l’ultima speranza) contro gli storici rivali fedeli sudditi di sua maestà, che domani potrebbero portare a casa un trofeo di caratura continentale per la prima volta in assoluto. E così si rincara la dose affermando: “We can’t take another 55 years of them banging on about this“, per sottolineare che non si potrebbe sopportare un altro mezzo secolo di vanteria da parte della nazionale dei Tre Leoni.

L’ultima vittoria dell’Inghilterra in campo internazionale risale infatti al lontano 1966, quando Geoffrey Hurst e Martin Peters firmarono le quattro reti valevoli l’unica Coppa del Mondo vinta dagli inglesi. Ancora oggi tiene banco la famosa rete fantasma siglata da Hurst, che portò l’Inghilterra in vantaggio 3-2 sulla Germania poi arrotondato da un’altra marcatura sempre da parte del centravanti che mise a referto una tripletta. I tedeschi – e non solo loro – gridarono allo scandalo, ma a decenni di distanza i fermo immagine e la goal-line technology mostrano il pallone aver oltrepassato la linea di porta.

L’articolo in questione dà voce a tutto il popolo scozzese che tanto ha gioito per il pari a reti bianche proprio contro i rivalissimi. Ma ora si potrebbe registrare un malaugurato successo dei padroni di casa a Wembley, i quali sono arrivati primi nel Gruppo D con 7 punti, sopravanzando Repubblica Ceca, Croazia e Scozia. Agli Ottavi di Finale un convincente 2-0 ha estromesso dalla competizione la già citata Germania dell’uscente cittì Joachim Low, poi all’Olimpico di Roma l’Ucraina che ha mestamente terminato il proprio Europeo incassando 4 gol ed infine la Danimarca che si è arresa agli inglesi solo ai supplementari grazie al 2-1 frutto di un discusso calcio di rigore trasformato da Harry Kane che ha ribadito in rete sull’iniziale parata del portiere Schmeichel.

Lo scoglio italiano rimane dunque l’ultimo per la giovane Nazionale di Gareth Southgate, che con poca scaramanzia sta vivendo la vigilia: anche il premier inglese Boris Johnson, ha cambiato l’immagine profilo su Facebook con il più tipico degli “It’s coming home!“, un coro che più che mai ad oggi rimbomba nei pub d’Oltremanica. Anche Sky Sport UK ha iniziato il countdown verso la partita con un simile “It’s almost home” (“è quasi a casa”). Insomma, i nostri avversari sono sicuri di eliminarci all’ultimo atto di Euro2020 ma di contro c’è la nostra speranza che la striscia d’imbattibilità si allunghi a 34 incontri…

Commenti