Tempo di lettura: 2 minuti

LECCE – “Non si raccolgono frutti senza una buona semina e non si semina senza una profonda cultura“. Dopo la fase teorica nelle aula dell’Agenzia Formativa Ulisse di Lecce, capofila del progetto regionale di contrasto alle discriminazioni #scendoincampo, ha preso il via il percorso di accompagnamento al lavoro in cui testare le competenze acquisite dagli allievi e verificare che siano applicabili al mercato lavorativo. Un percorso condiviso col brandCime di Rapa” e la Cooperativa Sociale “Pietra di Scarto”. Dopo le ore d’aula, i ragazzi sono “scesi in campo” per la loro work experience presso la Cooperativa Sociale “Pietra di Scarto” di Cerignola, impegnata nella promozione della giustizia sociale ed economica attraverso la pratica di un’agricoltura sostenibile, l’educazione alla legalità e al consumo critico.

Sono 16 i ragazzi ospiti dello Sprar di Monteleone di Puglia che, a partire dal giugno 2020, hanno avuto la possibilità di confrontarsi con le varie colture presenti sul territorio (olive, pomodori e uva) all’interno del Laboratorio di Legalità “Francesco Marcone”, bene confiscato alla mafia in gestione della Cooperativa dal 2010. Sotto la guida di Giuseppe Mennuni e Vito Merra, soci della cooperativa, i ragazzi hanno appreso i tempi di coltura e le tecniche di gestione del prodotto, con uno spazio dell’esperienza dedicato all’orientamento e curato da Pietro Fragasso, Presidente della Cooperativa. I risultati – L’entusiasmo, l’attenzione e la volontà di mettersi in gioco dei ragazzi ha portato alla realizzazione di un laboratorio di cucina per preparare delle ricette con le materie prime coltivate dai ragazzi.

Attraverso il coinvolgimento del brand “Cime di Rapa” lo scorso 8 aprile il Food Truck “Cime di Rapa” e lo staff dell’Agenzia Formativa insieme ai ragazzi del progetto “Scendo in Campo” hanno raggiunto la sede operativa della Cooperativa Sociale “Pietra di Scarto” e hanno realizzato il laboratorio. Sotto la guida dei Cuochi Cime di Rapa i destinatari del progetto hanno imparato a trattare la materia prima raccolta: dalla selezione al lavaggio, dalle tecniche di cottura alla composizione delle ricette, dall’impiattamento al servizio. Terminato il laboratorio nella cooperativa la diffusione dei risultati si è snodata in ulteriori eventi sul territorio. Il Food Truck “Cime di Rapa ” il 27 aprile ha fatto tappa a San Vito dei Normanni, presso “XFarm”, che sta trasformando 50 ettari di terre confiscate alla criminalità organizzata in un’azienda agricola, ecologica e sociale capace di generare lavoro, benessere per la comunità e miglioramento dell’ecosistema.

Protagoniste dell’evento le ricette preparate insieme agli allievi del progetto “Scendo in Campo” prodotte con le materie prime da essi stessi preparate nella cooperativa. Il prodotto gastronomico si è trasformato in testimonianza di un messaggio sociale importante sul tema dell’immigrazione e del riconoscimento della violenza nelle sue diverse forme come un problema sociale ed economico che impedisce la crescita del territorio. Il bagaglio di conoscenze acquisite in aula e le competenze sperimentate sul campo consentiranno agli allievi di avere un approccio pragmatico al mercato del lavoro.

Commenti