Tempo di lettura: 1 minuto

LECCE – Il presidente Saverio Sticchi Damiani non si è certo divertito ieri sera nell’assistere dalla Tribuna Centrale del “Via del Mare” agli inutili assalti del Lecce alla porta della Virtus Entella. Lo 0-0 finale ha lasciato in tutto l’ambiente giallorosso l’amaro in bocca, soprattutto perché seguito all’altro pareggio del turno precedente in casa del Pescara. Cresce il malcontento nella tifoseria leccese verso mister Corini che sui social è accusato di non saper sfruttare al meglio il potenziale che la società gli ha messo a disposizione. Ad ogni modo, il numero uno del club di via Costadura concede fiducia all’allenatore. Lo ha fatto intendere nelle dichiarazioni rilasciate alla Gazzetta dello Sport oggi in edicola in cui si legge: “Peccato per le tante occasioni fallite. Dispiace perché comunque i ragazzi tutti, compreso chi è entrato dalla panchina, ci hanno messo tanto impegno. Meritavano i 3 punti che non sono arrivati per imprecisione e sfortuna. È un risultato che crea rammarico per un pareggio in casa contro l’ultima in classifica, ma non dobbiamo distruggere tutto. Anzi è il momento di provare a costruire ripartendo dalle buone cose viste con l’Entella. Non sono pessimista e non ho voglia di abbattermi. Su qualche occasione da gol potevamo essere più cattivi. La squadra, però, ha sempre lottato, ha dimostrato di essere viva. Ha messo in campo tutte le forze che aveva. C’è da segnalare che non abbiamo subito alcun tiro in porta. E non è un dato scontato. Non mi ha sorpreso Pettinari dall’inizio: fa parte dei cinque attaccanti che, sono sicuro, ci daranno tutto il loro contributo fino alla fine“.

Commenti