Tempo di lettura: 2 minuti

LECCE – Provate a unire l’astinenza da calcio giocato, l’ormai lunghissima assenza dei tifosi dagli stadi, il periodo di prolungata emergenza sanitaria che per tanti rende le giornate lunghe e noiose ed il calciomercato invernale che impazza ed il mix perfetto per realizzare una “fake newsvirale è bell’e fatto. Proprio come nel caso del fantomatico acquisto del 27enne attaccante Hene Kurraska da parte dell’U.S. Lecce che, stando alle false notizie circolate sui social nei giorni scorsi, ha creato un vero e proprio “caso“.

Il gioco sulla “bomba di mercato“, secondo la quale il calciatore è stato ingaggiato dalla società giallorossa convinta dai suoi numeri (95 gol in 130 partite con la maglia del Galatasaray), è stato avallato e corredato dallo stesso club salentino con tanto di foto del suo arrivo in aeroporto create ad arte e postate in un’Instagram story sul proprio profilo ufficiale (poi rimosse), oltre ad un’altra con Pantaleo Corvino. Peccato che si tratti, come ai più è stato chiaro fin dal primo momento, di una goliardata inventata sui social dai tifosi giallorossi giocando su volgari doppi sensi legati al cognome del fantomatico calciatore e rendevano il tutto inverosimile.

Eppure, non sono stati pochi a cascarci o a riportare la “notizia” che  è stata rilanciata in una diretta tv, non sapendo si trattasse di una bufala lanciata per puro divertimento. E di Kurraska ha parlato anche la trasmissione SkyCalciomercato, l’originale“, specificando però che si trattava di uno scherzo. La vicenda non accenna tuttavia a rientrare ed ora c’è chi chiede alla società di via Costadura di produrre la maglia del calciatore virtuale che ha scelto, non a caso, come numero di casacca il… 69.

Siamo contenti – affermano gli inventori del Kurraska Team in una nota – di essere riusciti a divertire i tifosi del Lecce in un momento drammatico come quello che stiamo vivendo. Kurraska rappresenta un’aspirazione universale declinata e tradotta in una lingua locale, il salentino. La gente, a Lecce e nel mondo intero, vuole Kurraska”.

Commenti