Tempo di lettura: 1 minuto
Gelu Rodriguez, procuratore di Pablo Rodriguez

LECCE (di Italo Aromolo) – Pablo Rodriguez, l’acquisto del futuro sull’asse Real Madrid-Lecce. L’attaccante 19enne è stato il colpo di prospettiva del calciomercato giallorosso: il direttore dell’area tecnica giallorossa Pantaleo Corvino ha acquisito dal Real Madrid uno dei talenti più puri del calcio spagnolo, titolare nella formazione giovanile delle Merengues e protagonista nella scorsa edizione della Youth League, la Champions League delle formazioni “Primavera“, vinta proprio dal club madrileno con un gol di Rodriguez in finale. Ai nostri taccuini il procuratore dell’attaccante, Gelu Rodriguez, svela i retroscena di una trattativa che ha avvicinato, come non mai, il grande Real Madrid al piccolo Lecce.

Perché il suo assistito ha scelto Lecce?
Avevamo molte offerte economicamente più vantaggiose di quella presentata dal Lecce: ben sette solo dalla Spagna. Ma Pablo aveva un fortissimo desiderio di giocare in Italia, consapevole che la vostra Serie B è fatta per far crescere i giovani. Lecce è sembrato perciò l’ambiente ideale. In un paio di anni potrà esplodere“.

Come mai il Real Madrid ha scelto di privarsi del calciatore a titolo definitivo?
Non avrebbe voluto, infatti. La proposta iniziale era quella di un prestito. Ma i buoni rapporti della mia agenzia di procura e del Lecce con il club madrileno hanno reso possibile il trasferimento definitivo“.

Che tipo di calciatore è Pablo Rodriguez?
Un attaccante con un’ottima tecnica nello stop e nel passaggio. Tatticamente è molto intelligente, fiuta la posizione da occupare in ogni momento per farsi trovare pronto al gol“.

Commenti