Tempo di lettura: 1 minuto

LECCE (di Italo Aromolo) – Prosegue la marcia di avvicinamento ai Giochi del MediterraneoTaranto 2026”. La manifestazione olimpica investirà anche Lecce, che metterà a disposizione lo  stadio “Via del Mare per il calcio. L’impianto leccese, ristrutturato nell’estate del 2019, sarà il fiore all’occhiello da utilizzare per le finali, mentre le fasi eliminatorie si giocheranno nei meno capienti stadi “Veneziani“ di Monopoli e “Giovanni Paolo II” di Francavilla Fontana.

L’evento sarà una vetrina continentale e potenziale “bomba” di sviluppo per l’intero territorio: il “Via del Mare” potrebbe usufruire di nuovi, massicci interventi di ammodernamento, tra cui la tanto attesa copertura integrale delle tribune. Fu il presidente dell’Unione Sportiva Lecce, Saverio Sticchi Damiani, a parlare di un accordo con il CONI per un contributo di 3 milioni di euro per la copertura dello stadio nel contesto di Taranto 2026.

Un’ipotesi ancora del tutto tale, che ad oggi non risulterebbe sul tavolo del Comitato Organizzativo della manifestazione. Vari i nodi da sciogliere: da un lato il reperimento di ulteriori milioni per coprire la totalità delle spese della tettoia, dall’altro il passaggio dello stadio, in concessione decennale, all’Unione Sportiva Lecce, che avverrà dopo la scadenza dell’apposito bando del Comune di Lecce, ovvero il 19 ottobre.

Commenti