Tempo di lettura: 2 minuti

LECCE – Torna il campionato al “Via del Mare” con la sfida tra i giallorossi di Eugenio Corini ed il ramarri di Attilio Tesser. Lecce e Pordenone si ritroveranno di fronte per la prima volta nella loro storia in Serie B (unico precedente un 3-2 in Coppa Italia nel 2017 per i friulani). La gara si giocherà a porte chiuse visto che in Puglia l’Ente Regionale non ha firmato alcuna ordinanza per consentire l’accesso negli impianti sportivi a 1000 persone come invece già possibile in altre Regioni (Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Toscana e Campania).

QUI LECCE– I salentini non possono contare sulla fantasia di Pippo Falco in non perfette condizioni fisiche. Non ci sarà neppure Luca Paganini che non è al top della condizione e che Corini non intende rischiare. Assenti sicuri anche Panagiotis Tachtsidis (reduce dal Covid) e Mattia Felici (in ripresa). Tra i 23 convocati figura il neo-arrivato Claud Adjapong che però pare destinato ad entrare a gara in corso. Il Lecce giocherà dunque con Gabriel in porta, coppia di centrali di difesa composta da Lucioni e Meccariello, sulla fascia destra agirà Zuta, mentre sull’out opposto ci sarà Calderoni. A centrocampo il play è Petriccione, con Henderson e Majer a supporto. Tridente d’attacco con Mancosu a destra e Listkowski a sinistra larghi rispetto alla punta centrale Coda.

Stefani, Ciurria, Barison e Diaw

QUI PORDENONE– I “ramarri” sono reduci dall’ottimo campionato dell’anno scorso in cui hanno sfiorato la promozione in A tramite i play-off. Avversario ostico ed ambizioso, quindi, che si è rinforzato con gli innesti di Calò a centrocampo e Diaw in attacco. Entrambi figurano tra i 21 convocati di Tesser e partiranno titolari contro i giallorossi. Non ci saranno invece gli indisponibili Misuraca e Gavazzi. Davanti al portiere Bindi giocheranno così nella linea a 4 Vogliacco, Camporese, Barison e Falasco. In mediana Rossetti, Mannino e Calò con Mallamo dietro le due punte Ciurria e Diaw.

Le probabili formazioni:

Lecce (4-3-3): Gabriel; Zuta, Lucioni, Meccariello, Calderoni; Henderson, Petriccione, Majer; Mancosu, Coda, Listkowski. Allenatore: E. Corini

Pordenone (4-3-1-2): Bindi; Vogliacco, Camporese, Barison, Falasco; Mannino, Rossetti, Calò; Mallamo; Ciurria, Diaw. Allenatore: A. Tesser

Arbitro: Giua di Olbia
Assistenti: Pagnotta di Nocera Inferiore e Lombardo di Cinisello Balsamo
Quarto Uomo: Marini di Roma 1

Commenti