Tempo di lettura: 1 minuto

MILANO – Concedere i 5 cambi per ogni partita anche alle squadre di Serie B. È la novità regolamentare che il Consiglio Federale ha confermato all’unanimità per la Lega Pro ma che si intende allargare anche alla Cadetteria. A confermarlo è stato il presidente Gabriele Gravina al termine dei lavori, sottolineando che ora la palla passa all’Assemblea della Lega B in programma per giovedì prossimo.

L’occasione è servita inoltre per fare il punto sulla riapertura degli stadi al pubblico che in Italia vede gli impianti sportivi senza spettatori da marzo: “Con il premier Giuseppe Conte abbiamo condiviso un percorso: priorità alla riapertura delle scuole, se poi questo dovesse dare risultati positivi, e anche facendo leva sul senso di responsabilità, la riapertura degli stadi credo possa essere naturale“.

Infine, Gravina ha parlato del protocollo di sicurezza varato di concerto con il Comitato Tecnico-Scientifico che prevede tamponi e test moleciolari per i gruppi squadre ogni 4 giorni. Un ritmo che le società, soprattutto nelle serie minori, non riescono a sostenere: “Il tampone ogni quattro giorni è diventato insostenibile. Chiediamo di ottenere nell’immediato, perchè non è più procrastinabile, di rendere più sostenibile la pratica del tampone. Auspico che il Cts possa concederci almeno questo in partenza. Avremo un incontro“.

Commenti