Tempo di lettura: 1 minuto

LECCE – Davide Giuseppe Fracasso, uno studente di Alessano dell’Accademia di Belle Arti di Brera al terzo anno di corso di Pittura, si è presentato al pubblico con un’incosueta installazione.

Si tratta de “Le Sirene“, che hanno fatto la loro comparsa in una veste del tutto nuova, alquanto destabilizzante e ludica, del tutto costruita in funzione di un messaggio non criptato e privo di simbologie, ovvero quello di creare immagini nelle quali si annichiliscono significato e significante: tre sirene lampeggianti lasciate sulla scogliera semi-coperte ognuna con una parrucca appariscente.

Nessuna descrizione annessa, soltanto un cartello pubblicitario a mo’ di biglietto da circo guida lo spettatore alla ricerca di queste “sirene”. In questi ultimi lavori presenti sui social e sul suo sito web, Fracasso presenta quello che è il suo attuale linguaggio artistico, connotato da work in regress ed ambiguità. L’installazione è stata presentata al pubblico lo scorso 20 agosto, ma l’artista salentino conta di esporla in futuro anche su altre scogliere.

Commenti