Tempo di lettura: 1 minuto

LECCE – Come tradizione comanda, da oggi a Lecce si celebra la tre giorni in onore dei Santi Oronzo, Giusto e Fortunato, compatroni della città. Ad ogni modo, a differenza degli altri anni, come abbiamo riportato dopo la conferenza stampa di presentazione di due settimane fa, sarà una festa diversa, senza le consuete abitudini delle passate edizioni, a causa del perdurare dell’emergenza sanitaria da Covid-19.

Ma gli amministratori di Palazzo Carafa hanno deciso che è comunque giusto celebrare lo spirito di comunità che tiene uniti tutti i leccesi e così, in questi tre giorni, la Banda Città di Lecce, diretta dal maestro Pellegrini, attraverserà i quartieri, le frazioni e i borghi del capoluogo salentino per portare, con le note dell’orchestra, un po’ di spirito di festa in tutta la città.

Questa sera, dopo la messa in cattedrale delle 19:00 presieduta dall’arcivescovo, i tre simulacri dei santi patroni, uscendo dal portone di bronzo, saranno sistemati dal gruppo dei portatori di statue sul sagrato laterale del Duomo, quello più visibile entrando in piazza, dove mons. Michele Seccia presiederà i primi Vespri solenni dei Santi martiri Oronzo, Giusto e Fortunato. Da quello stesso luogo, l’arcivescovo pronuncerà poi il tradizionale messaggio alla città.

L’ingresso in piazza sarà contingentato grazie anche all’intervento della Protezione Civile e delle forze dell’ordine e, per evitare assembramenti, saranno sistemati a distanza di sicurezza 300 posti a sedere per chi vorrà partecipare al canto dei Vespri. La cittadinanza avrà l’opportunità di seguire l’evento da casa a partire dalle 20:00 in diretta streaming su Portalecce e in tv su TeleRama.

Commenti