Tempo di lettura: 1 minuto

LECCE – L’ex giallorosso Sergio Brio ha parlato del Lecce ai taccuini della Gazzetta dello Sport in vista della gara in programma domani alle 19:30 alla “Dacia Arena” contro l’Udinese, partita fondamentale per i residui sogni di salvezza dei giallorossi di mister Fabio Liverani.

ERRORI ARBITRALI, MA ANCHE ERRORI DIFENSIVI – “Dispiace molto per la situazione del Lecce, che però potrebbe ancora salvarsi realizzando una missione impossibile. La squadra giallorossa è stata penalizzata anche da errori arbitrali. Non deve essere un alibi. Ma il Lecce andava rinforzato di più in difesa nel mercato di gennaio. Si vincono i campionati o ci si salva, soprattutto subendo pochi gol. La difesa più battuta con 80 gol ed il miglior attacco, con 47 reti, tra le pretendenti alla salvezza. Sono dati significativi di una squadra che non ha giocato male, ma che è mancata di equilibrio ed esperienza“.

COME RIPARTIRE IN CASO DI B – “Se il Lecce dovesse andare in B, bisognerà puntare su una squadra attrezzata capace di ripartire e risalire in un torneo non facile come la Cadetteria. Servirà tenere i migliori calciatori con stimoli e qualità. E magari ingaggiare giocatori di categoria, oltre a puntare su giovani emergenti“.

Commenti