Tempo di lettura: 1 minuto

ROMA – Giovanni Malagò, presidente del CONI, si è detto praticamente certo che il campionato di massma divisione italiano riprenderà il 13 giugno come indicato ieri al termine dell’assemblea della Lega Serie A che si è svolta in videoconferenza. Ai microfoni di Rai Radio 2 il numero uno del Comitato Olimpico ha dichiarato: “La Serie A riparte il 99 percento“.

Malagò ha poi aggiunto: “Si sta facendo di tutto per ricominciare e per mettere il sistema in condizione di ripartire. Per sapere poi quante chance ci sono che il campionato finisca bisognerebbe avere la palla di vetro… In Germania hanno fatto un accordo con i calciatori se le cose non riescono a concludersi. Nel caso italiano l’obiettivo unico è ricominciare. È un questione culturale, questa mentalità del ‘partiamo e poi vediamo’ non mi appartiene“.

Il presidente del Coni si è infgine soffermato sul tema quarantena: “Positivi da considerare dei semplici infortunati o mandare tutta la squadra in quarantena? È questo il punto. Abbiamo recepito una direttiva che individua un percorso di coinvolgi- mento generale e non quello di creare una quarantena individuale. È un tema che riguarda il Cts, non ho mai interloquito con loro, lo deve fare il Governo e il Ministero dello Sport. Mi dicono che è decisione che può anche essere rivista tra più restrittiva e più ‘lasca’. Hanno voluto dare un’indicazione nell’interesse di tutto il Paese, ma la lotta tra alcuni medici ed il Cts non mi appassiona“.

Commenti