Tempo di lettura: 2 minuti

LECCE – Un incubo da cui sembra impossibile uscire. Il calcioscommesse torna prepotentemente al centro di notizie di cronaca grazie a quanto pubblicato da FanPage sull’inchiesta Treni del gol” che nel 2015 portò alla luce un giro di puntate clandestine su alcune partite di Serie B manipolate dai dirigenti del Catania per evitare la retrocessione in Lega Pro degli etnei dell’allora presidente Antonino Pulvirenti e dell’Ad Pietro Lo Monaco.

Nell’inchiesta compare anche il nome di Yorgen Fenech, uomo d’affari maltese sospettato di essere mandante dell’omicidio della giornalista Daphne Caruana Galizia. Oltre a Pulvirenti ci sarebbero adesso undici nuovi indagati, tra cui anche l’ex calciatore Christian Terlizzi.

Secondo quanto emerso nel nuovo filone delle indagini della Procura di Catania, nel mirino sono finite anche gare di Serie A. Nel dettaglio si tratta di: Sampdoria-Chievo del 27 aprile 2014 (2-1); Catania-Atalanta (2-1); Parma-Livorno (2-0); Napoli-Hellas Verona (5-1) e Udinese-Sampdoria (3-3). Tutti gli incontri in questione furono disputati nel 2014.

Nell’inchiesta figurerebbero inoltre anche cinque match di B con risultati pilotati (Crotone-Trapani (2-1); Brescia-Juve Stabia (4-1), giocate tra il 24 e il 25 maggio 2014; Catania-Perugia (2-0) e Cittadella-Trapani (1-0) del 31 gennaio 2015), come pure la gara di Lega Pro Messina-Ischia (1-1) del 18 aprile 2015, il cui esito sarebbe stato determinato da Lo Monaco. L’ex amministratore delegato del Catania avrebbe “offerto denaro o utilità” a Fabrizio Millesi, difensore ischitano che compare tra gli indagati della Procura siciliana. Sotto indagine c’è poi Avellino-Reggina (3-0).

A capo dell’organizzazione ci sarebbe Antonio Ricci, di origini baresi ma residente a Malta, che sarebbe indagato per illeciti sul sistema del gioco d’azzardo. Per gli investigatori, il Ricci, insieme ad alcuni soggetti riconducibili a ‘Ndrangheta, Mafia e Sacra Corona Unita, avrebbe movimentato scommesse illegali online per oltre 4,8 miliardi di euro grazie a società basate a Malta e Curacao. Il Catania sarà penalizzato al termine della stagione in corso, mentre per Pulvirenti si prospetta la radiazione a vita.

Commenti