Tempo di lettura: 2 minuti

FERRARA – Fabio Liverani commenta così la pesante sconfitta rimediata dal suo Lecce in Coppa Italia contro la Spal: “Oggi avevamo tantissime difficoltà tra infortuni e giocatori con scarso minutaggio. Ero consapevole delle difficoltàa cui andavamo incontro ma pensavo andasse meglio… Nel secondo tempo la squadra ha concesso meno e le cose sono migliorate un po’ ma la Spal ha meritato il successo perché ha gente più pronta, mentre noi abbiamo elementi che devono fare tanta esperienza. In questo momento non siamo pronti per giocare in più competizioni. Dobbiamo recuperare energie per il campionato a partire dalla sfida di domenica col Genoa, che ha una classifica bugiarda. Lapadula? Ha avuto un periodo di non perfette condizioni fisiche, ma è uno che non molla mai, che ha forza ed è capace di fare reparto da solo. Questa stagione per lui può essere quella della riscossa e ci sta dando tanto. Come gruppo, invece, bisogna alzare l’attenzione totale e aumentare la pressione sul portatore di palla. Non siamo abbastanza aggressivi e permettiamo facili giocate all’avversario. La strada da fare è ancora lunga, ma ci stiamo lavorando. Come tutte le neopromosse, abbiamo un gap con le altre squadra di Serie A. In estate sul mercato ci samo migliorati con giocatori importanti in attacco, cercando di dare equilibrio a centrocampo e attacco. A gennaio andremo a colmare quelle lacune finora emerse. Col presidente e col Ds abbiamo già affrontato questo discorso. Faremo due, tre acquisti per mantenere la categoria. Ma ora pensiamo al Genoa perché sarà una partita vitale per mantenerci fuori dalla zona rossa come lo siamo dalla terza giornata e lì vogliamo restarci il più a lungo possibile. Loro sulla carta sono superiori a noi, ma dobbiamo dimostrare sul campo di essere superiori come dice oggi la classifica. Gli applausi di sabato della gente di Firenze? Mi hanno emozionato“.

Commenti