Tempo di lettura: 1 minuto

LECCE – “100 giorni per finire i lavori. Grazie a chi ha lavorato senza sosta anche ad agosto. Grazie ai miei soci per aver condiviso questo progetto. Un regalo alla città“. Con queste parole il presidente Saverio Sticchi Damiani ha voluto celebrare sui propri canali social il completamento degli interventi di restyling dell’impianto sportivo di Lecce.

Uno sforzo economico costato alla società di via Costadura oltre 4,5 milioni di euro per permettere alla squadra di disputare le gare interne del campionato di Serie A al “Via del Mare“. Curiosamente, durarono 100 giorni anche i lavori effettuati nel lontano 1985, stagione della prima partecipazione dei giallorossi al massimo tornao italiano, quando il vecchio stadio fu demolito quasi interamente e ricostruito a tempo di record sotto la direzione del geom. Costantino Rozzi a cui è oggi dedicato il parcheggio alle spalle della Tribuna Est.

Commenti