Tempo di lettura: 2 minuti

LECCE – Dovranno rispondere di imbrattamento di pubblica struttura in concorso tra loro le due persone coinvolte nelle indagini dei Carabinieri di Tricase sulla festa per i 20 anni di attività del gruppo “Kapu Vacanti” presente nella Curva Nord dello stadio “Via del Mare di Lecce. Si tratta di M.C., presidente dell’associazione che lo scorso mese di luglio organizzò a Gagliano del Capo la manifestazione per celebrare il ventennale e la promozione della squadra giallorossa in Serie A, oltre al writer Cheko’s che avrebbe realizzato un murale su uno dei pilastri del Ponte Ciolo.

I militari hanno depositato in Procura il fascicolo in cui si è ricostruita la vicenda che si è svolta lo scorso 15 luglio e che colorò di rosso quella notte grazie alle decine di torce e fumogeni accesi dai componenti di quel gruppo ultras che intonarono cori e canzoni inneggianti all’U.S. Lecce.A quell’evento parteciparono anche decine e decine di curiosi e passanti che ripresero e postarono sui social i video della festa divenuti presto virali. Le immagini non sono sfuggite neppure alle forze dell’ordine che subito iniziarono ad indagare per capire se si potessero ravvisare gli estremi per qualche denuncia anche grazie alle riprese delle telecamere di sorveglianza presenti in zona.

Il ponte è una struttura pubblica di proprietà della Provincia di Lecce e quel murale, nonostante sia stato in seguito cancellato ripristinando il grigio del cemento che lo compone, non poteva essere realizzato senza autorizzazioni preventive. Da qui la denuncia per i due indagati, ai quali si potrebbero aggiungere anche altri nomi dopo che le immagini sono passate al vaglio degli inquirenti che hanno avviato ulteriori accertamenti per stabilire se siano stati apportati danni al patrimonio naturalistico di quel tratto di costa tra i più belli del Salento.

Qui di seguito uno dei tanti video di quella notte postati sul web:

Commenti