Tempo di lettura: 1 minuto

LECCE – Arriva dal presidente Saverio Sticchi Damiani la risposta dell’U.S. Lecce alla mamma di un tifoso portatore di handicap in merito alla vicenda delle tessere riservate ai disabili non deambulanti che saranno distribuite a gare alterne a causa dell’enorme richiesta pervenuta alla società di via Costadura.

Ecco il testo del post pubblicato sulla bacheca facebook del massimo dirigente del club salentino: “Cara Signora Maria Norma, lei sa perfettamente quanto sia per me (e per tutta l’Us Lecce) fondamentale ospitare dignitosamente i nostri tifosi meno fortunati all’interno del Via del Mare. Abbiamo deciso di realizzare ex novo un settore disabili a nostre spese nonostante una convezione ormai in scadenza. Mi permetto quindi di darle qualche aggiornamento. Francesco avrà la sua tessera per tutte le partite, nessuna esclusa. Come lui, tutti i minori che hanno fatto richiesta per il settore disabili (non deambulanti). Inoltre, abbiamo accolto tutte le richieste pervenute (oltre 400) da parte di disabili che non necessitano di carrozzina e dei relativi accompagnatori. Nonostante le richieste per tali posti si siano raddoppiate, abbiamo voluto accontentare tutti, sottraendo alla vendita ulteriore posti. Resta tuttavia un problema ancora non risolto, quello dei disabili maggiorenni che necessitano di carrozzina. In questo caso sono pervenute talmente tante richieste da renderne impossibile il totale accoglimento per limiti strutturali, legati a ragioni di sicurezza noti anche ai tecnici di riferimento delle associazioni disabili che ci hanno supportato. In questo caso siamo stati costretti, nostro malgrado, ad adottare un criterio di alternanza che consenta a tutti di assistere almeno a 9/10 gare, ma sono sicuro che, nei limiti del possibile, i nostri addetti cercheranno di soddisfare esigenze specifiche su singole partite. Mi creda, è il massimo che si poteva fare per come è strutturato attualmente il Via del Mare. Un caro saluto anche a Francesco. Saverio.

Commenti