Tempo di lettura: 1 minuto

LECCE – A 24 anni Jacopo Petriccione è pronto per l’esordio in Serie A. Dopo aver trascinato il Lecce alla promozione nello scorso campionato cadetto, il centrocampita goriziano che ha catturato l’affetto dei tifosi giallorossi vuole vivere da protagonista anche la prima avventura in massima serie. Lunedì sera al “Meazza” di Milano ci sarà l’Inter di Antonio Conte da affrontare, ma la squadra salentina non intende recitare un ruolo da comprimaria, pur consapevole delle difficoltà che tale match nasconde.

Oggi pomeriggio il numero 4 del Lecce ha tenuto la sua conferenza stampa in cui ha parlato proprio della prima giornata e delle sue aspettative: “Sicuramente, se dovesse esserci l’esordio a Milano, sarebbe tra i più belli, in uno stadio che è la storia del calcio. Ogni giocatore si allena per giocare un giorno in Serie A. Io credo molto nel destino e ritengo che la mia fortuna sia stata quella di incontrare sulla mia strada a Terni mister Liverani, che poi mi ha voluto qui a Lecce. Il mister, come ho sempre detto, è un martello e pretende da noi sempre il massimo, come quando con la Salernitana domenica scorsa eravamo sul 4–0 e lui ci spronava a spingere ancora. Noi abbiamo una nostra filosofia di gioco, che ci ha contraddistinto l’anno scorso e che dobbiamo continuare ad avere. Per quel che sarà possibile, andremo a Milano per cercare di praticare il nostro calcio, con il nostro entusiasmo e la nostra voglia“.

Commenti