Tempo di lettura: 1 minuto

LECCE (di Pierpaolo Sergio) – Il 19 luglio 2019 è una data che resterà negli annali del calcio leccese. Oggi è stato infatti raggiunto e superato il primato di abbonamenti sottoscritti che resisteva addirittura dalla stagione sportiva 1985/’86, quella della prima volta in Serie A per la società salentina.

Il tifoso che si è aggiudicato l’abbonamento numero 13.590 è Luigi Antonio Russo, 59enne di Lequile, che riceverà in omaggio una maglia giallorossa con il suo nome e il numero che ha fatto segnare il primato.

Un dato eccezionale, ritenuto da molti irraggiungibile appena un mese fa quando, ad inizio giugno, venne lanciata la campagna abbonamenti per il campionato del ritorno dei giallorossi in massima categoria dopo un’assenza durata sette anni e l’attuale dirigenza espresse il sogno di vederlo migliorato.

Le 13.589 tessere stagionali allora vendute durante la presidenza di Franco Jurlano, quando il nuovo stadio “Via del Mare era stato costruito in appena 100 giorni ed il Lecce di mister Eugenio Fascetti aveva in squadra solo due stranieri ai più sconosciuti (Beto Barbas e Pedro Pablo Pasculli) lasciano oggi il passo ad un nuovo record che pareva inarrivabile nell’era del cosiddetto “calcio moderno“.

Invece la passione del tifo leccese ha saputo dimostrare con i fatti che sa essere più concreta di qualsiasi sogno, più grande di qualunque progetto e di voler dimostrare al presidente Saverio Sticchi Damiani ed a tutti gli altri componenti della società riconoscenza e gratitudine per i successi raggiunti negli ultimi due anni, accompagnati non dal caso ma da una seria programmazione che vuol portare Lecce ed il Lecce a dimorare stabilmente nel calcio che conta.

Ecco come la società ha ringraziato i suoi tifosi su facebook:

Commenti

1 commento

Comments are closed.