Tempo di lettura: 1 minuto

LECCE – “Il mercato del Lecce oggi vive una giornata di relativa stasi. Continuiamo a guardarci intorno. Rossettini e Lapadula sono vicini alla firma, ma finché non arriva, non li considero due acquisti. Ci siamo comunque vicini. Rogel? Non verrà“. A parlare è il Ds Mauro Meluso a margine della conferenza stampa di presentazione dei due nuovi acquisti della società giallorossa Shakhov e Benzar.

Il diesse salentino è stato interpellato sulle varie operazioni ancora in sospeso che dovranno andare a colmare le lacune create dalla nuova ristrutturazione della rosa di prima squadra, abbondantemente rinnovata dopo la promozione in Serie A. In particolare, c’è sempre il caso Burak Yilmaz a tenere banco negli ambienti degli addetti ai lavori e tra la tifoseria. L’attaccante turco rappresenta il sogno della società di via Costadura, ma la trattativa con il Besiktas è alquanto lunga e laboriosa. Il Lecce ha avanzato ufficialmente la sua offerta che il club bianconero di Istanbul ha ritenuto non all’altezza delle aspettative. Un chiaro tentativo di giocare al rialzo con il sodalizio giallorosso che, però, non intende sottostare a diktat di sorta.

Da qui la scelta di guardarsi comunque attorno e chiudere le altre operazioni in entrata che possano consegnare a Liverani un gruppo già ben nutrito di elementi da portare in ritiro precampionato. L’arrivo pressoché concluso di Lapadula e Rossettini sono un chiaro segnale in tal senso, ma Meluso non resta fermo in attesa di eventuali fumate bianche dalla Turchia. La sensazione è che si andrà avanti fino agli sgoccioli della sessione estiva del calciomercato e poi, chissà, Burak Yilmaz potrebbe davvero sbarcare a Lecce pronto dopo la riabilitazione per l’intervento al quinto metatarso del piede destro a cui è stato sottoposto l’altro giorno.

Commenti