Tempo di lettura: 1 minuto

LECCE – Euforia dosata ed esaltazione contenuta, con la consapevolezza che nulla è compiuto e il prossimo impegno di Padova è alle porte. E’ la linea di pensiero comune della dirigenza del Lecce, che ha parlato alla stampa al termine del successo per 1-0 contro il Brescia: “E’ un sogno, ma lo dobbiamo gestire come una cosa reale“- interviene Saverio Sticchi Damiani – “Un’emozione forte, se penso da dove siamo partiti tre anni fa. Rivedere tutta questa gente allo stadio, con le maglie o le sciarpe giallorosse, è già una vittoria che vale tantissimo: penso soprattutto alle nuove generazioni, fino a qualche anno fa si era persa l’idea che potessero avvicinarsi al Lecce, tutto questo sta cambiando. Oggi non è stata la vittoria dell’organizzazione, ma del cuore. Nell’atteggiamento siamo stati intelligenti, da grande squadra. Gustiamoci questa serata per pochi minuti e già domani mattina partiremo per Padova. Non lasciamoci andare in entusiasmi inutili” – conclude il presidente – “dobbiamo pensare già alla prossima partita“.

Per il vicepresidente, Corrado Liguori “quella di oggi è stata una giornata da ricordare, tra le più belle in assoluto da quando ci siamo insediati. La partita è stata uno spettacolo per il calcio. Non dobbiamo perdere la concentrazione, andremo a Padova dove ci aspetta un impegno difficilissimo contro una squadra che ha fermato il Palermo, rischiando anche di vincere. Mancherà Tachtsidis, ma chiunque giocherà non lo farà rimpiangere, come da caratteristica di questa squadra in cui chi è subentrato ha sempre fatto bene. Avremo un grande seguito di pubblico: i biglietti del settore ospiti sono stati già quasi tutti venduti“.

Commenti