Tempo di lettura: 1 minuto

PERUGIA – Dopo due giorni di riposo è cominciata la settimana di lavoro del Perugia, già proiettato alla sfida di lunedì sera contro il Lecce. Alessandro Nesta dovrà fare i conti con l’assenza del difensore centrale Filippo Sgarbi, squalificato per somma di ammonizioni a seguito di Pescara-Perugia 1-1.

Per la sua sostituzione, c’è una corsa a due per affiancare Norbert Gyomber, a sua volta uscito anzitempo dal campo di allenamento ieri ma a scopo precauzionale. L’ex Genoa El Yamiq, visto a Lecce al fianco dello slovacco, è favorito sul 31enne Cremonesi.

L’ex allenatore perugino Andrea Camplone, intervistato dal Corriere dell’Umbria, ha commentato l’atteggiamento del Grifo: “Propositivo, moderno, troppo facile giocare con la palla lunga, invece questo Perugia è piacevole da vedere – dice Camplone sull’undici di Nesta- Forse nella costruzione dal basso rischia anche troppo e a volte si crea problemi da solo però alla fine questo è un tipo di calcio che paga”.

Camplone prova poi a dare dei suggerimenti ancor più offensivi al collega. L’argomento di discussione è Valerio Verre, trequartista reinventato quest’anno e capocannoniere di squadra con 12 gol: “magari è il momento di studiare qualcosa di nuovo, magari riportando Verre a fare la mezzala, varando un bel tridente con Vido dietro Han e Sadiq. Il campionato? Molto buono: è partito da zero quindi essere per l’ennesima stagione a giocarsi un posto tra le prime otto mi sembra un gran risultato; peccato manchi qualcosa in difesa”. 

Commenti