Tempo di lettura: 1 minuto

ROMA – Si è chiuso a Roma il vertice fissato per oggi dell’Osservatorio sulle manifestazioni sportive contro la violenza nel calcio, tenuto al Viminale per fare il punto tra i vertici del calcio italiano ed il Governo dopo i tragici fatti di Milano accaduti lo scorso 26 dicembre e costati la vita all’ultrà dell’Inter Daniele Belardinelli.

Il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, al termine della riunione straordinaria, alla quale presenti il Sottosegretario Giancarlo Giorgetti, il capo della Polizia Franco Gabrielli e i vertici dello Sport italiano, ha dichiarato: “Ogni settimana in Italia ci sono 12 milioni di tifosi che seguono gli eventi sportivi e seimila teppisti. Da non confondere con i tifosi, che sono il 99%. L’obiettivo è sradicare la violenza con ogni mezzo necessario“.

Salvini si è poi detto contrario a sospendere le partite per i cori offensivi: “Non lasciamo potere di ricatto a una frangia minoritaria. Metteremmo destino di tanti nelle mani di pochi“.

Commenti