Tempo di lettura: 2 minuti

LECCE – Quel che pensava Fabio Liverani l’ha detto in faccia all’arbitro Francesco  Fourneau al termine della partita. Il tecnico dei salentini non digerisce la sconfitta del suo Lecce contro il Brescia figlia, per certi versi, anche delle decisioni della quaterna arbitrale: “Faccio fatica a commentare una sconfitta così. Nel primo tempo ci siamo spinti in avanti, poi loro hanno avuto buona gestione della palla e hanno spinto anche grazie al pubblico. La squadra ha sofferto, ma non meritavamo affatto di perdere. È stata una bella partita tra due squadre che lotteranno per le zone alte della classifica. Abbiamo sofferto quando c’era da soffrire, dobbiamo essere più attenti, soprattutto nei momenti determinanti.

“Dispiace perdere la partita nel recupero, su un calcio d’angolo ad un minuto dalla fine. Ci è mancata quell’attenzione che ti fa fare il salto di qualità: siamo una squadra giovane, a volte inesperta, che forse non è ancora pronta per stare così in alto in classifica. Ci stava l’espulsione di Tonali, sulla quale vorrei avere dei chiarimenti; il gol di annullato sul fuorigioco di Scavone credo sia regolare e nell’azione che ha portato al calcio d’angolo da cui è nato il gol di Gastaldello, c’era una sforbiciata pericolosa in faccia a Meccariello. Vedremo cosa ne pensa il designatore Morganti e dove manderà Fourneau dopo questa partita o come valuterà il pestone di Tonali su Falco… Diciamo che gli episodi ci sono stati sfavorevoli”.

L’allenatore del Lecce poi conclude: “Il cambio di Mancosu con Haye? Pensavo potesse essere la sua partita; Mancosu aveva perso lucidità nel finale. Purtroppo non ha fatto quel che immaginavo. Peccato, perché Thom ha i numeri giusti per fare bene. Il nostro campionato? Positivo, ma dobbiamo tenere bassa l’asticella. Siamo una buona squadra ma non abbiamo quel pizzico di cattiveria per portare a casa il risultato“.

Commenti