Tempo di lettura: 1 minuto

LECCE – Sarà Palazzo Carafa, sede dell’Amministrazione Comunale di Lecce, ad ospitare il prosieguo del restauro della Statua di Sant’Oronzo presente nell’omonima piazza del capoluogo salentino. Lo spostamento sarà eseguito a cura e spese della Ditta Colaci. È stata infatti deliberata oggi in Giunta Comunale l’autorizzazione alla traslazione della statua all’interno dell’androne del Palazzo di Città, per eseguire tutti i lavori ancora necessari.

A seguito della relazione relativa alle indagini diagnostiche propedeutiche al restauro della statua – relazione trasmessa dalla ditta Colaci Emilio Impianti e Restauri srls, a firma del Prof. Alfredo Castellano presso il Laboratorio di Archeometria e Fisica dell’Ambiente presso l’Università del Salento – è emersa la situazione di precarietà statica del manufatto. La struttura lignea portante posta all’interno della statua infatti non è più in grado di garantire la consistenza e la staticità della statua stessa e necessita di lavori di consolidamento dell’ossatura interna che richiedono lo spostamento dalla sommità della colonna in un sito adeguato. L’Amministrazione comunale ha indicato come possibile sito il Palazzo di Città ottenendo, lo scorso 23 novembre, l’autorizzazione da parte della Sovrintendenza.

Tra una settimana circa – ha dichiarato il vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici, Alessandro Delli Noci – saremo in grado di spostare la statua di Sant’Oronzo nel Palazzo di Città e garantire dunque agli addetti ai lavori di proseguire il restauro che si è dimostrato più complicato di quanto si pensasse, data la situazione di compromissione emersa. Siamo felici di poter accogliere la statua del Santo patrono nella casa comunale, fatto questo che permetterà un coinvolgimento dei cittadini che potranno ammirarla e seguire da vicino le operazioni di restauro. Le risorse ottenute dalla ditta attraverso le sponsorizzazioni saranno utilizzate per proseguire i lavori che interessano sia la statua, sia la colonna”.

Commenti
Articolo precedentePresentate la Maratona del Barocco e la Giornata ecologica
Articolo successivoA Ugento “Bellezze d’Autunno”
Dal 1995 nelle redazioni televisive (Tele C 10, TV10, TopVideo, Canale 8, VideoSalento, TeleSalento e L'A TV) con conduzione di trasmissioni sportive, culturali, di telegiornali (Studio10News, 10News, Tg8, VS Notizie) e trasmissioni sportive (Fuoricampo, Bomber, Replay, Leccezionale TV), politiche (elezioni e referendum), sociali (Telethon ’97); programmi d'approfondimento e commenti d’eventi sportivi. Nella carta stampata: Il Corriere del Mezzogiorno, LecceSera, Il Paese Nuovo, Espresso Sud, Città Magazine, Fuorigioco, L'Ora del Salento, Il GialloRosso. Dal 1999 al 2001 redattore di leccesette.it Nel biennio 2002-2003 redattore de legiraffe.it Dal 2006 al 2009 direttore responsabile de “Il Picchio Magazine” Dal 2006 direttore responsabile del periodico sportivo “Il GialloRosso” edito dal Lecce Club Centro di Coordinamento; Dal 2006 al 2010 corrispondente dal “Via del Mare” di Lecce per Italia 7 Gold per “Diretta Stadio - Ed è subito goal!” Dal 2012 opinionista de “Palla prigioniera” su corrieresalentino.it e dal 2016 de "Cuore Giallorosso 1908" su salentotelevision.it Dal 2012 addetto stampa delle associazioni “Noi Lecce” e "Passione Lecce" Dal 2013 direttore responsabile de leccezionale.it e conduttore di "Leccezionale TV"