Tempo di lettura: 1 minuto

LECCE – Salento protagonista ai mondiali di apnea. Il successo del 36enne Michele Giurgola di Ruffano, ma originario di Tricase, nella gara di rana senza attrezzi ai Mondiali di Apnea Outdoor svoltisi a Kas, in Turchia, è degno di menzione. Il campione salentino è salito sul secondo gradino del podio grazie ad una prova che ha superato ogni previsione. Giurgola è riuscito, infatti, a scendere a 89 metri di profondità.

La laurea di vice-campione mondiale è stata corredata da due formidabili record, che hanno ulteriormente impreziosito la bella esperienza nelle acque turche. Nel premondiale, il salentino che si ispira a veri miti delle immersioni quali Enzo Maiorca e Jacques Mayol, ha disputato la gara di rana senza attrezzi raggiungendo i 75 metri di profondità. Una performance che gli aveva già permesso di stabilire il nuovo record nazionale e mondiale. Come se non bastasse, l’atleta ha centrato il record italiano anche nella rana subacquea, scendendo fino a 76 metri e stabilendo il miglior risultato italiano di tutti i tempi.

I risultati conseguiti in occasione della competizione mondiale gli hanno spianato la strada verso le Olimpiadi di Tokyo del 2020.

Commenti