Tempo di lettura: 1 minuto

LECCE – Jacopo Petriccione, centrocampista del Lecce arrivato in estate dal Bari, ha rilasciato alcune dichiarazioni al sito gianlucadimarzio.com che lo ha presentato come il “Modric del Salento“. Un appellativo datogli dai tifosi giallorossi per via della somiglianza con il campione croato del Real Madrid che però non pesa al 23enne calciatore, ma lo fa sorridere poiché lo ritiene improponibile vista la differenza di caratura tecnica.

Ma Petriccione sta crescendo tanto e pure bene sotto le cure di un allenatore come Fabio Liverani che lo ha già avuto nell’esperienza a Terni: “A lui devo tanto, lo so bene. È un martello vero e proprio, non molla un attimo ed esige davvero tanto da tutta la squadra. A me poi, lui che giocava nel mio stesso ruolo, dà sempre dei consigli preziosissimi: ‘Vai a chiedere palla’, ‘mettici personalità’, insiste sempre. È stato tra i migliori in quella posizione. Liverani riesce sempre a farmi trovare la giusta continuità e con lui posso puntare a fare il salto di qualità“.

Il centrocampista leccese ha poi parlato del positivo inizio di stagione della sua nuova squadra: “Non ce lo aspettavamo così, è vero. Non parlo dei punti in classifica, ma della personalità mostrata su campi come Verona e Benevento. Siamo davvero contenti di quello che stiamo facendo, ma il nostro obiettivo principale resta la salvezza. La Serie B funziona così, ne vinci una e sei terzo in classifica, ne pareggi due e ti ritrovi in zona play-out. Il nostro però è un calcio propositivo, un bel gioco, e potremmo toglierci della soddisfazioni importanti. È chiaro che, se dovessimo continuare così…”

Commenti