Tempo di lettura: 1 minuto

LECCE – Ennesimo capitolo della saga relativa ai ripescaggi in Serie B. Il TAR del Lazio ha accolto i ricorsi presentati da Ternana e Pro Vercelli, rimettendo in corsa le due società per la riammissione in B, oltre a Novara, Catania e Siena. Quindi, la sentenza del Collegio di Garanzia dello Sport non è più definitiva e la commissione presieduta da Franco Frattini dovrà nuovamente esprimersi sul futuro del campionato cadetto a 19 squadre o più.

Da parte sua, la presidenza Serie C, nella persona di Gabriele Gravina, si è immediatamente adeguata rinviando fino al 9 ottobre, ossia la data in cui si riunirà il Tribunale Amministrativo del Lazio, le gare di campionato di queste cinque squadre.

La sentenza del TAR- Visti il ricorso e i relativi allegati; vista l’istanza di misure cautelari monocratiche proposta dalla società ricorrente, ai sensi dell’art. 56 cod. proc. amm; ritenuto che – in considerazione del danno rappresentato (connesso all’avvio del Campionato di Lega Pro, a cui è attualmente iscritta la società ricorrente, per il 19 settembre 2018) – sussistano i presupposti per l’accoglimento della predetta istanza, ai fini del riesame in tempo utile, da parte del Collegio di Garanzia dello Sport, dei motivi di ricorso, ai fini del possibile ripescaggio della predetta società Ternana Calcio; Per questi motivi accoglie l’istanza di misure cautelari monocratiche, nei termini precisati in motivazione e fissa per la trattazione collegiale la camera di consiglio del 9 ottobre 2018

Commenti